Lavorare in Europa

CITTADINI ITALIANI, CON TITOLO DI INFERMIERE, INFERMIERE PEDIATRICO, ASSISTENTE SANITARIO CONSEGUITO IN ITALIA, CHE INTENDONO STABILIRSI IN UNO STATO DIVERSO DA QUELLO DI ORIGINE

 

 

 

Il sistema del riconoscimento professionale è stato completamente riformulato con la nuova direttiva europea 2005/36/CE recepita in Italia con il D. Lgs. 6 novembre 2007, n.206; un cittadino dell’UE che intenda stabilirsi in uno Stato membro diverso da quello di origine per esercitare la propria professione, per far riconoscere il titolo professionale conseguito nel proprio Paese, dovrà fare riferimento alle disposizioni derivanti da tale direttiva.

 

La nuova Direttiva definisce un quadro normativo unico e coerente e ha l’obiettivo di rendere più flessibile il mercato del lavoro, facilitare la prestazione di servizi in un altro Paese UE, nonché favorire un maggiore automatismo nel riconoscimento delle qualifiche e una semplificazione delle procedure.

Per chiedere il riconoscimento è necessario presentare domanda all’Autorità competente dello Stato ospitante, la quale verificherà se si hanno le conoscenze e le competenze per poter praticare la professione: il riconoscimento, per i titoli di Infermiere, Infermiere Pediatrico e Assistente Sanitario, è pressoché automatico sulla base di un’armonizzazione delle condizioni minime di formazione.

L’autorità competente è tenuta a dare conferma, entro un mese, del ricevimento della domanda, indicando eventuali documenti mancanti. Sulla domanda di riconoscimento deve essere adottata una decisione entro tre mesi dal suo ricevimento.

 

Per il riconoscimento possono essere chiesti alcuni documenti rilasciati dal Ministero della Salute Italiano tra cui:

 

 

  • Attestato di Conformita’ alla direttiva comunitaria 2005/36/CEALLEGATO G2 + MODELLO G2 (per titoli diversi da: Medico chirurgo, Medico Specialista, Medico di   Medicina generale, Medico Veterinario, Odontoiatra, Farmacista)
  • Certificato di onorabilità professionale (Good standing)ALLEGATO G4 + MODELLO G4 (per Infermiere,  Infermiere pediatrico, Assistente sanitario,  Ostetrica e tecnico sanitario di radiologia medica)


ATTENZIONE: dal 26 giugno 2013 l’importo della marca da bollo è di euro 16, anche se diversamente indicato nel modulo cartaceo.

 


Per conoscere le Autorità competenti Nazionali della Professione Infermieristica in Europa e avere maggiori informazioni, è possibile consultare le schede realizzate da FEPI: