app_icon-2

Premio Innovazione Digitale della School of Management, Politecnico di Milano, al servizio 118 dell’Emilia-Romagna per l’app DAE RespondER

Ogni anno, in Italia, oltre 50.000 persone sono vittime di un arresto cardiaco improvviso. Intervenendo rapidamente con la rianimazione cardiopolmonare e la defibrillazione molte di esse potrebbero essere salvate.
Defibrillare entro 3-5 minuti dall’inizio dell’arresto cardiaco può portare la sopravvivenza fino al 50-70%.
Ma se nessuno interviene, le loro probabilità di sopravvivenza calano del 10-12% per ogni minuto che passa.

207c7f8f-4b30-4437-bd54-bf2e2269f7c3

Festa della mamma: i consigli della psicologa per rendere questo ruolo meno stressante

Oggi è il giorno ideale per riconoscere quanto sia complicato questo ruolo. Non è un caso se tutte le mamme, anche se in modo diverso, sono continuamente esposte ad innumerevoli fonti di stress. Sia per le mamme «ipervigili», sia per quelle che soffrono di «ansia d’abbandono» o di «sindrome del nido vuoto», per tutte è difficile mantenere un equilibrio tra le diverse sfere della vita considerando di dover anteporre la salute e il benessere del figlio innanzi a ogni cosa.

Blind reading text in braille

Comunicazione infermieristica. Meno barriere on line per i soggetti disabili

Abbiamo il piacere di comunicare la conclusione, per la prima volta in Italia, di una iniziativa volta al recepimento della Legge Stanca del 9 gennaio 2004, n. 4 (G.U. n. 13 del 17 gennaio 2004) recante «Disposizioni per favorire l’accesso dei soggettidisabili agli strumenti informatici», che sarà presentata in Roma al Quirinale alla Presidenza della Repubblica Italiana Lunedì 14 Maggio in occasione della Giornata Internazionale dell’Infermiere.

polmone

Tumore del polmone, immunoterapia e chemioterapia più efficaci se fatte insieme

Oggi sempre più malati di tumore traggono beneficio dall’immunoterapia. Se in principio fu per il melanoma ora la lista delle neoplasie che possono essere affrontate con l’ausilio dei farmaci immunoterapici continua ad allungarsi. Ed è questo il caso del tumore al polmone e in particolare quello metastatico non a piccole cellule (NSCLC), il più diffuso tra quelli a quest’organo.

ricerca_tecnologia

Uno studio italiano scopre la causa dell’epilessia benigna

In particolare lo studio, pubblicato sulla rivista scientifica Brain, dimostra che mutazioni di un particolare gene, il gene PRRT2, causano l’inattivazione della proteina corrispondente, da cui deriva la maggior eccitabilita’ dei neuroni, responsabile di manifestazioni come epilessia, discinesie o emicrania presentate dai pazienti.