Informativa sui cookie

Primo Piano

hiv_aids

Aids, Iss: “In Italia 130 mila persone con l’Hiv, più uomini”

“I nuovi dati del Centro Operativo Aids (COA) dell’Istituto superiore di sanità evidenziano una sostanziale stabilità del numero delle nuove diagnosi Hiv negli ultimi tre anni, così come appare stabile la percentuale dei late presenter, vale a dire di coloro che scoprono di essere Hiv-positivi in fase avanzata di infezione

Bologna, 25/10/2018.
Savoia Hotel Regency. Seminario OPIBO-CID: “La Direzione e il Coordinamento: un’unica linea funzionale”. 
Kyriakoula PETROPULACOS Direttore Generale Cura della Persona, Salute e Welfare Regione Emilia-Romagna. 
Archivio OPI-Ordine delle Professioni Infermieristiche, foto di Paolo Righi

Infermieri, coordinatori e dirigenti a convegno a Bologna

E’ stata numerosa la partecipazione alla giornata dedicata a “La Direzione e il Coordinamento: un’unica linea funzionale”, organizzata dal Comitato Infermieri Dirigenti (CID) Emilia-Romagna insieme all’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Bologna

image17-600x400

Infermieri sulle ambulanze, l’autogol dell’Ordine dei medici

La decisione del presidente dell’Ordine dei Medici di Bologna di avviare un procedimento disciplinare contro l’assessore regionale Sergio Venturi, reo di aver portato in Giunta una delibera che consentiva la presenza a bordo delle ambulanze dei soli infermieri, è un autogol clamoroso

RANDRIAMAHAVORIOSA GILBERTE, RESPONSABILE DELLA RETE OSPEDALIERA DEL MADAGASCAR, INCONTRA IL CONSIGLIO DIRETTIVO DELL'ORDINE DELLE PROFESSIONI INFERMIERISTICHE DI BOLOGNA. ACCOLTA DAL PRESIDENTE PIETRO GIURDANELLA E AUGUSTO CAVINA. 15 OTTOBRE 2018. FOTO DI ANDREA SAMARITANI – MERIDIANA IMMAGINI

Gli infermieri di Bologna per ‘l’ospedale dei volontari’ in Madagascar

La responsabile della rete ospedaliera del Paese africano Randriamahavoriosa Gilberte, in visita presso le strutture sanitarie bolognesi, ha incontrato ieri il consiglio direttivo dell’Ordine delle Professioni Infermieristiche. Si consolida il legame tra gli infermieri di Bologna e l’ospedale Vezo in Madagascar, costruito e gestito da volontari italiani