A Bologna insediato il “Gruppo sviluppo delle Professioni Sanitarie”

Share on Facebook0Share on Google+0Share on LinkedIn0Tweet about this on Twitter

Il 4 Novembre scorso, presso la sede di Via Castiglione dell’Azienda USL di Bologna, si è ufficialmente insediato il “Gruppo sviluppo delle Professioni Sanitarie”.

La costituzione di tale gruppo trova le sue motivazioni nell’esigenza di attivare un tavolo, a livello locale, sul ruolo attuale e prospettico di sviluppo delle Professioni Sanitarie, rappresentata nel corso della Conferenza Socio Sanitaria di Bologna, del 3 ottobre u.s.

I 13 componenti del gruppo multidisciplinare, individuati dai rispettivi Direttori Generali delle tre Aziende Sanitarie bolognesi, AUSL, AOSP e Rizzoli, e coordinati dalla dott.ssa Enrichetta Zanotti, hanno ricevuto in quella sede il mandato di effettuare una riflessione sul modello di relazione delle Direzioni Assistenziali delle Aziende Sanitarie ed un approfondimento sullo sviluppo possibile di ruoli professionali e gestionali dei professionisti sanitari, nei diversi contesti clinico – assistenziali, inoltre è stata evidenziata la necessità di affrontare il tema dei rapporti con l’Università, rispetto ai percorsi formativi dei professionisti sanitari del futuro.

Durante la seduta di insediamento è stata effettuata una calendarizzazione dei prossimi incontri, al fine di ottimizzare le tempistiche e riportare a breve i primi risultati, in progress, ai Direttori Generali e alla Conferenza Socio Sanitaria.

I Collegi IPASVI, TSRM, Ostetriche della Provincia di Bologna e l’Associazione Italiana Fisioterapisti (sezione Emilia Romagna) accolgono con soddisfazione l’iniziativa che giunge, dopo vari mesi di attività congiunta sul tema della valorizzazione delle Professioni Sanitarie ed una richiesta esplicita di coinvolgimento sulle tematiche di politica sanitaria, in un momento di riorganizzazione della rete sanitaria metropolitana e, condividendo gli obiettivi contenuti nel mandato, seguiranno con grande attenzione il progredire dei lavori, auspicando che i risultati possano contribuire alla costruzione di una adeguata proposta di ridefinizione organizzativa.

 


 

In copertina, foto www.flickr.com/photos/mitko/4093502723

Potrebbe interessarti...

Iscriviti alla nostra Newsletter

Desidero iscrivermi alla Newsletter e acconsento al trattamento dei dati personali per tale finalità, alle condizioni indicate nella Privacy Policy