Il diabete reversibile grazie alla dieta

Share on Facebook0Share on Google+0Share on LinkedIn0Tweet about this on Twitter

Roy Taylor, professore di fama mondiale che insegna Medicina e Metabolismo presso l’Università di Newcastle ha pubblicato uno studio su Diabetes Care, spiegando che la diagnosi di diabete di tipo due non è necessariamente una ‘condanna a vita’ e in molti casi la malattia è reversibile anche se dura da molti anni e i miglioramenti possono essere duraturi, a patto che ci si attenga a una stretta dieta in grado di tenere sotto controllo il peso.

Il professor Taylor, in una precedente ricerca, ha mostrato che il diabete potrebbe essere invertito da una dieta a bassissimo contenuto calorico, ma lasciava aperta la questione su quanto a lungo potessero durare i risultati. Nell’attuale studio, sono stati presi 30 volontari con diabete e hanno intrapreso la dieta di 600 a 700 calorie al giorno. I chili persi dai partecipanti sono stati in media 14 kg e nel corso dei successivi 6 mesi non hanno riguadagnato peso. Fra i partecipanti, 12 che avevano avuto il diabete per meno di 10 anni hanno invertito la loro condizione e 6 mesi dopo erano ancora senza diabete.

I partecipanti che hanno perso peso sono rimasti in sovrappeso, ma sono riusciti comunque a perdere peso sufficiente per rimuovere il grasso dal pancreas e tornare così a una normale produzione di insulina. Roy Taylor sostiene che esiste una ‘personale’ soglia di grasso, se una persona accumula più grasso di quello che può tollerare, il diabete viene attivato, ma se poi perde quella quantità di peso può tornare alla normalità.

FONTE ANSA

Potrebbe interessarti...