“No al taglio delle Borse di Studio”. Studenti e Infermieri in piazza a Londra

Share on Facebook0Share on Google+0Share on LinkedIn0Tweet about this on Twitter

image3

Migliaia di studenti ed infermieri sono scesi in piazza ieri pomeriggio a Londra per dire no al taglio del finanziamento delle borse di studio e delle attività formative degli studenti di infermieristica. La manifestazione organizzata con l’appoggio del Royal College of Nursing e dei maggiori sindacati di categoria ha preso inizio dal St. Thomas Hospital. Riportiamo di seguito le motivazioni che hanno spinto a questa manifestazione, così riportate nel sito web ufficiale del Royal College of Nursing, e anche la traduzione della petizione promossa da una studentessa di infermieristica inglese, Danielle Tiplady, che conta di raccogliere 150 mila adesioni. La petizione verrà presentata al Ministro della Sanità inglese Jeremy Hunt . Troverete di seguito anche il link per partecipare e condividere.

 

Indagine del Royal College of Nursing (RCN) rivela: i due terzi degli infermieri non avrebbe studiato infermieristica con i nuovi piani di finanziamento

Due terzi dei partecipanti al sondaggio hanno detto che non avrebbero studiato infermieristica se avessero dovuto prendere un prestito per studiare e pagare le tasse, il che suggerisce che le proposte del governo metteranno fuori migliaia di potenziali infermieri in un momento in cui ne sono necessari ulteriori più che mai.

I membri Royal College of Nursing sono prevalentemente contrari alle alle proposte – l’89% degli intervistati è in disaccordo o fortemente in disaccordo con i piani del governo, e il 79% ritiene i cambiamenti avranno un impatto negativo sulla cura del paziente. Il segretario della RNC Janet Davies ha dichiarato: “Il messaggio da parte degli infermieri è forte e chiaro: queste proposte ridurrebbero la fornitura di personale infermieristico e danneggerebbero la cura dei pazienti. “Essi rappresentano una grande scommessa con il futuro della forza lavoro infermieristico e il governo non ha correttamente valutato i molti rischi.”

Il governo spera che i nuovi piani consentiranno un notevole aumento del numero di posti di formazione degli studenti, ma non ha assegnato alcun finanziamento per i tirocini clinici aggiuntivi e per il tutoraggio all’interno degli ospedali.

L’indagine mostra 81% del personale infermieristico non crede che gli infermieri abbiano la possibilità di seguire più studenti. “Ogni luogo di formazione in più ha bisogno di un certo numero di tirocini clinici di alta qualità per dare allo studente esperienza pratica”, ha aggiunto Janet.

“Il governo non ha spiegato in che modo saranno finanziati questi posizionamenti in più, e gli infermieri stanno chiaramente dicendo che senza finanziamenti supplementari la qualità di mentoring soffrirà. “Il governo deve ascoltare queste preoccupazioni e lavorare con la RCN e gli altri per identificare un sistema di finanziamento equo, efficace e sostenibile per la formazione infermieristica.”

Il RCN oppone alle proposte ad alto rischio e chiede al governo di mettere in pausa e valutare correttamente le prove.

 

La petizione promossa da Danielle Tiplay diretta a Secretary of state for Health Jeremy Hunt

Senza titolo-1

NON TOGLIAMO LE BORSE DI STUDIO AGLI STUDENTI D’INFERMIERISTICA

Quando ho ottenuto un posto per studiare per diventare infermiere è stato il giorno più bello della mia vita. Alla fine ho avuto uno scopo nella vita – prendermi cura degli altri quando ne avevano bisogno di più. Due cose hanno reso possibile tutto questo: il mio duro lavoro e una borsa di studio NHS. La mia borsa di studio copre il costo della vita dandomi modo di concentrarmi negli studi sul lavoro nei reparti ospedalieri come studente di infermieristica. Ma il governo ha annunciato l’intenzione di tagli delle borse di studio per gli studenti NHS nel 2017. (Il National Health Service (NHS) è il sistema sanitario nazionale in vigore nel Regno Unito – NDR).

Così allieve infermiere NHS, ostetriche, fisioterapisti e altri dovranno chiedere prestiti per coprire £ 9.000 di tasse di iscrizione e per mantenersi ogni anno. Gli studenti NHS dovranno mettersi sulle spalle un debito di £ 50.000- £ 60.000 per la loro formazione. Per la maggior parte della nostra formazione, noi lavoriamo nell’ospedale, questo significa di fatto che dovremmo fare un prestito per pagare i nostri stipendi!! Chiedere un prestito da 50 mila pounds significherebbe per me e per molti altri rinunciare alla carriera di infermieristica o altre professioni sanitarie della NHS. Sono preoccupata per gli ottimi studenti che verranno messi fuori a causa di questo.

In un’ultima analisi ne perderà anche l’NHS e i pazienti. Come studenti NHS lavoriamo senza sosta. Se siamo in tirocinio lavoriamo in ospedali che fanno lunghi turni da 12 ore e mezza – giorni, notti, week-end e nei giorni festivi. Mentre siamo all’università, ci vestiamo in uniforme, con lezioni ogni giorno della settimana seguite da lavoro di preparazione. Abbiamo i tutorati, tesi di laurea, le sessioni di pratica clinica e gli esami. A causa della intensità del corso e il tirocinio, non siamo in grado di ottenere un lavoro retribuito regolarmente e facciamo affidamento sulla nostra borsa di studio per andare avanti. Il nostro lavoro è emotivamente, fisicamente e psicologicamente faticoso. Ma è il lavoro più bello del mondo. Il taglio delle borse di studio è un insulto per gli studenti di infermieristica, alla nostra dedizione e alle nostre professioni e ai pazienti. La mia borsa è la mia ancora di salvezza, non sarei in una posizione privilegiata per potermi laureare come infermiera senza di essa.

In questo momento il governo si sta consultando su queste modifiche. Se alziamo le nostre voci si può inviare un messaggio chiaro che questo cambiamento non è il benvenuto. Si prega di sostenere questa petizione e noi, chiediamo al governo di fermare questa scorciatoia miope, ingiusta e crudele di taglio delle borse di studio per gli studenti di infermieristica, prima che sia troppo tardi e la nostra professione è a rischio per sempre.

Il link della petizione: https://www.change.org/p/don-t-stop-bursaries-for-nhs-students-bursaryorbust

 

image4

image1

image7

 

Autore articolo: Dr. Antonio Torella (a.torella@icloud.com)

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Altri articoli dello stesso Autore

Infermieri in Inghilterra: Martina Laffi ci racconta Manchester

C’era una volta in America: storia di una futura infermiera italiana

Noi, Infermieri a Berlino: il racconto di Clorinda Demaio

La Spagna approva la legge sulla prescrizione infermieristica. Ma è polemica

Norvegia: il nuovo “El Dorado” per gli infermieri

Emergency: un’infermiera bolognese ci racconta la sua esperienza in Sudan

Genetic Nurse: dal Nord Europa arriva a Bologna una nuova specializzazione

Francia: la lunga notte di un infermiere italiano

Spagna: stop alla legge sulla prescrizione infermieristica di farmaci e presidi

Are you RE VALIDATION ready?

N.M.C. Nuovi requisiti linguistici per la registrazione degli infermieri europei

Potrebbe interessarti...