Obbligo defibrillatori nelle societa’ sportive: arriva la deroga

Share on Facebook0Share on Google+0Share on LinkedIn0Tweet about this on Twitter

(AdnKronos Salute) – L’obbligo per le società sportive dilettantistiche e amatoriali di dotarsi di defibrillatori semiautomatici e formare il personale abilitato all’uso entro il 20 gennaio, è stato spostato di 6 mesi. Lo spostamento della scadenza è stato stabilito da un Decreto dell’11 gennaio del Ministro della Salute, “al fine di consentire che vengano completate, su tutto il territorio nazionale, le attività di formazione degli operatori circa il corretto utilizzo dei defibrillatori semiautomatici”.

Il decreto del Ministro della Salute del 24 aprile 2013 (Disciplina della certificazione dell’attività sportiva non agonistica e amatoriale e linee guida sulla dotazione e l’utilizzo di defibrillatori semiautomatici e di eventuali altri dispositivi salvavita) adottato di concerto con il Ministro per gli Affari regionali, il turismo e lo sport, disponeva (articolo 5, comma 5) l’obbligo per le società sportive professionistiche e per quelle dilettantistiche di dotarsi di defibrillatori semiautomatici, rispettivamente, entro 6 mesi ed entro 30 mesi dalla data di entrata in vigore dello stesso decreto pubblicato nella Gazzetta Ufficiale numero 169 del 20 luglio 2013.

Secondo quanto disposto dalle linee guida allegate al decreto, relative alla dotazione e all’utilizzo dei defibrillatori, deve essere presente personale formato e pronto a intervenire; il defibrillatore deve essere facilmente accessibile, adeguatamente segnalato e sempre perfettamente funzionante; i corsi di formazione devono essere effettuati da Centri di formazione accreditati dalle singole Regioni.

Potrebbe interessarti...

Iscriviti alla nostra Newsletter

Desidero iscrivermi alla Newsletter e acconsento al trattamento dei dati personali per tale finalità, alle condizioni indicate nella Privacy Policy