In Italia sette casi sospetti di contaminazione, sotto sequestro 90mila chili di uova

Share on Facebook0Share on Google+0Share on LinkedIn0Tweet about this on Twitter

ROMA – “Le uova italiane sono sane e sicure, perché subiscono controlli complessi e strutturati”. Lo ha sottolineato il comandante del Nas, Generale Lusi a margine della conferenza stampa che ha illustrato gli ultimi sviluppi sulle indagini relative alla contaminazione da fipronil in Italia.

“Con gli ultimi casi delle scorse ore, sono 7 i casi di sospetta contaminazione riscontrati in Italia, circa 5 le persone denunciate, ha spiegato il comandante del Nas, Generale Lusi, che ha specificato: “Le percentuali rilevate fino a oggi sono bassissime e il fatto stesso che siano state individuate, va al merito degli istituti che effettuano questi controlli. Si può stare tranquilli. Al momento sono stati svolti 253 accessi a stabilimenti e allevamenti di uova, e abbiamo sequestrato cautelativamente più di 91 mila kg di uova e oviprodotti in attesa dei responsi analitici. Le ultime risultanze di positività sono superiori ai limiti della tossicità ma non particolarmente aggressivi”.

Potrebbe interessarti...

Iscriviti alla nostra Newsletter

Desidero iscrivermi alla Newsletter e acconsento al trattamento dei dati personali per tale finalità, alle condizioni indicate nella Privacy Policy