Informativa sui cookie

S.Orsola: in Pediatria arrivano i Supereroi acrobatici!

Share on Facebook0Share on Google+0Share on LinkedIn0Tweet about this on Twitter

25358486_1931066187220939_2752115757631425469_o

Incontro tra supereroi in Pediatria. Capitan America, Spiderman, Ironman, Hulk e Superman calandosi dal tetto del Policlinico hanno incontrato i piccoli supereroi ricoverati e i loro famigliari, scambiandosi l’energia del vero superpotere, quello che nasce dallo stare vicini.

”Niente è più bello per noi e per i nostri tecnici che vedere nascere un sorriso e una speranza sui volti di chi sta lottando contro la malattia” spiegano i ragazzi di EdiliziAcrobatica che grazie ad AGEOP RICERCA hanno regalato a tutti una mattinata speciale.

Fa, infatti, tappa nel capoluogo emiliano il tour ‘più buono’ d’Italia: quello dei Supereroi di EdiliziAcrobatica (la prima azienda in Italia ad avere reso possibile interventi di ristrutturazione edilizia adottando la tecnica alpinistica della doppia fune di sicurezza).

Dopo i successi degli spettacoli acrobatici regalati ai bambini ricoverati nei reparti di pediatria di alcuni dei più importanti ospedali italiani (dal Bambino Gesù di Roma fino all’Ospedale dei Bambini di Palermo, passando per il Regina Margherita di Torino e l’Ospedale degli Infermi di Biella) il gruppo dei supereroi acrobatici riprende il tour che regala sorrisi e allegria ai piccoli pazienti e ai loro genitori.

“Lo scopo di questa iniziativa – spiegano Riccardo Iovino e Anna Marras, soci fondatori di EdiliziAcrobatica – è far trascorrere serenamente alcune ore a chi si trova costretto in un letto d’ospedale, in particolare proprio nel periodo delle feste. La gioia che abbiamo visto negli occhi dei bambini e dei loro genitori, che abbiamo incontrato durante le nostre calate, ci ripaga di ogni sforzo: per questo rispondiamo con un sì a chiunque ci chiami per il nostro piccolo spettacolo. Niente è più bello per noi e per i nostri tecnici (che rinunciano a un giorno di riposo) che vedere nascere un sorriso e una speranza sui volti di chi sta lottando, spesso duramente, contro la malattia”.

 

 

Di seguito le foto della giornata pubblicate nella pagina Facebook del Policlinico S.Orsola

25352236_1931064897221068_8992490232018087391_o

25352307_1931065090554382_5751522746705382656_o

25358285_1931067430554148_7325733363776723865_o

25358486_1931066187220939_2752115757631425469_o

25398031_1931066390554252_3321616319114729265_o

25399104_1931068780554013_3847157365371620322_n

25439061_1931066837220874_7805324441846544903_o

25439922_1931066643887560_1918587599331529637_o

25440274_1931067793887445_2730704919544404486_o

Potrebbe interessarti...