118 Bologna. In attesa della Delibera della Regione Emilia Romagna

Share on Facebook0Share on Google+0Share on LinkedIn0Tweet about this on Twitter

Svolta nella vicenda del 118 di Bologna. Dopo la notizia del 28 febbraio scorso della sospensione dei 4 medici per aver “istigato l’esercizio abusivo della professione medica” approvando protocolli di fatto condivisi in tutto il mondo, seguita dalla notizia della sospensione per sei mesi dall’ordine dei Medici di Gordini, Direttore del Dipartimento dell’Emergenza Urgenza, di Cosimo Picoco, Responsabile del 118 e di Nicola Binetti, Direttore del Pronto Soccorso”, si apprende dal quotidiano “la Repubblica” che la Giunta Regionale dell’Emilia Romagna sia in procinto di approvare una delibera che di fatto  – scrive il quotidiano – “battezza” l’organizzazione del 118 bolognese ed estende, a tutte le Ausl da Piacenza a Rimini, lo stesso protocollo. In ogni provincia, quando i cittadini chiameranno un’ambulanza, potranno arrivare dei mezzi con a bordo dei medici o degli infermieri, in base alla gravità della situazione. Come a Bologna.

Il provvedimento dovrebbe arrivare subito dopo Pasqua.

La delibera, i cui contenuti saranno approfonditi e analizzati per valutarne le ricadute nei contesti organizzativi e sui professionisti coinvolti, va nella direzione auspicata dai Presidenti dei Collegi della Regione Emilia Romagna nell’incontro con il Presidente Bonaccini e con l’Assessore alle Politiche per la Salute Venturi, per la salvaguardia di un Sistema che si è contraddistinto – da sempre – per la qualità del servizio offerto ai Cittadini.

Foto IPASVI Bonaccini Venturi

La foto dell’incontro tra i Rappresentanti dei Collegi IPASVI ER con il Presidente Bonaccini

 

Articoli correlati

Sospeso il Direttore del 118 di Bologna

BolognaToday: Gli infermieri del 118 hanno formazione specifica e continua

118 Bologna: sospesi 4 medici dall’Ordine

I Collegi IPASVI ER hanno incontrato Bonaccini e Venturi

 

 

 

Potrebbe interessarti...

Iscriviti alla nostra Newsletter

Desidero iscrivermi alla Newsletter e acconsento al trattamento dei dati personali per tale finalità, alle condizioni indicate nella Privacy Policy