Barbara Mangiacavalli è il nuovo Direttore Socio Sanitario dell’ASST Bergamo Ovest

Share on Facebook0Share on Google+0Share on LinkedIn0Tweet about this on Twitter

Barbara Mangiacavalli, Presidente della Federazione Nazionale Collegi IPASVI, è il nuovo Direttore Socio Sanitario dell’ASST Bergamo Ovest. La nomina è stata ratificata il 1 gennaio dal neo direttore generale Elisabetta Fabbrini. Obiettivo del nuovo ruolo è realizzare la continuità assistenziale tra l’area ospedaliera è quella territoriale

La nomina – che rappresenta un importante riconoscimento per la professione infermieristica – è stata ratificata il 1 gennaio a Barbara Mangiacavalli – fino a dicembre 2015 direttore Sitra del San Matteo di Pavia – dal neo direttore generale dell’ASST Elisabetta Fabbrini, bocconiana, fino a fine anno direttore amministrativo dell’azienda ospedaliera ospedale di Circolo di Busto Arsizio, che ha confermato ai vertici dell’azienda il direttore sanitario Santino Silva e ha scelto come direttore amministrativo Flavia Bernini direttore amministrativo dell’Asl di Pavia.

Il nuovo ruolo di Direttore Socio Sanitario, istituito in Lombardia dalla Legge regionale 23/2015 di evoluzione del SSR, è nato con l’obiettivo di realizzare la continuità assistenziale tra l’area ospedaliera è quella territoriale, un ruolo quindi che esprime in modo completo gli obiettivi della Federazione e il ruolo della professione infermieristica nel Servizio sanitario nazionale.

 

L’Azienda Socio Sanitaria Territoriale (ASST) di Bergamo Ovest è nata dal 1 gennaio 2016 a seguito dell’entrata in vigore della Legge Regionale n. 23/2015. Alle ASST spetterà il compito di erogare le prestazioni sanitarie e socio sanitarie: dovranno garantire le prestazioni e le cure territoriali in sinergia con gli ospedali che confluiranno nelle Aziende stesse. L’obiettivo è così quello di passare dalla cura del paziente al “prendersi cura” con continuità del paziente, anche a domicilio.

Ogni ASST avrà un direttore generale unico, ma al proprio interno sarà suddivisa in due strutture tra loro distinte che avranno gestione e bilanci separati: il Polo ospedaliero affidato a un direttore sanitario e la Rete territoriale affidata a un direttore sociosanitario.

 

 

Fonte: sito FNC IPASVI

 

Potrebbe interessarti...

Iscriviti alla nostra Newsletter

Desidero iscrivermi alla Newsletter e acconsento al trattamento dei dati personali per tale finalità, alle condizioni indicate nella Privacy Policy