I Comitati Consultivi Misti dell’Azienda USL di Bologna si rinnovano. Partecipa anche tu!

Share on Facebook0Share on Google+0Share on LinkedIn0Tweet about this on Twitter

I Comitati Consultivi Misti sono gli organismi di partecipazione dei cittadini all’interno delle Aziende sanitarie. Tra i loro obiettivi prioritari il controllo della qualità dei servizi sanitari dal punto di vista degli utenti, con particolare attenzione per le garanzie di accesso ai servizi, equità, qualità e sicurezza.

Ospedale_Maggiore_Bologna

L’Azienda USL di Bologna prevede sei Comitati Consultivi Misti, uno per ciascuno dei suoi Distretti, ed un Comitato Aziendale di Coordinamento. Tra le attività svolte dai Comitati nel corso dell’ultimo mandato si possono ricordare, solo per citarne alcune, il monitoraggio all’interno dei Pronto Soccorso, all’interno delle Case della Salute, l’esame delle principali segnalazioni da parte dei cittadini che lamentano disservizi.

I Comitati di Distretto esercitano le loro funzioni nel territorio del Distretto di appartenenza. Il Comitato Aziendale di Coordinamento svolge funzioni di sintesi rispetto a quanto emerso nei diversi territori, guardando alla Azienda nel suo insieme.

Nella loro evoluzione all’interno dei servizi sanitari i Comitati hanno maturato, nel corso degli ultimi anni, la convinzione che sia necessario disporre di un organismo di partecipazione che abbia come riferimento la dimensione metropolitana, e non più solo quella aziendale. Sempre più spesso le singole Aziende sanitarie si muovono, infatti, in questa dimensione, basti pensare alle integrazioni di servizi come il Laboratorio Unico Metropolitano, per esempio, o ai Percorsi Diagnostico Terapeutico Assistenziali, o alla programmazione della offerta di esami diagnostici e visite specialistiche. Non ha molto senso, quindi, continuare a muoversi all’interno di mura e confini, quelli aziendali, sempre più spesso superati nella prassi quotidiana.

Possono chiedere di entrare a far parte dei Comitati Consultivi Misti le organizzazioni  impegnate nella tutela del diritto alla salute, generaliste o impegnate a tutela di pazienti e familiari di una singola specifica patologia. La scadenza per la presentazione delle domande è fissata al 4 maggio.

Il bando

Fonte: Ausl di Bologna

Potrebbe interessarti...

Iscriviti alla nostra Newsletter

Desidero iscrivermi alla Newsletter e acconsento al trattamento dei dati personali per tale finalità, alle condizioni indicate nella Privacy Policy