Il dromedario fu il responsabile del primo raffreddore nell’uomo

Share on Facebook0Share on Google+0Share on LinkedIn0Tweet about this on Twitter

Uno studio dell’ospedale universitario di Bonn, pubblicato su ‘Pnas’ svela che il primo raffreddore della storia l’uomo lo ha preso da un dromedario.

Gli studiosi tedeschi stavano indagando sulla Mers, la grave sindrome respiratoria mediorientale causata da un coronavirus, per la quale i dromedari sono già stati additati come ‘serbatoio’. I ricercatori hanno analizzato circa 1.000 esemplari, scoprendo con stupore che una buona percentuale di animali risultava positiva anche per la forma di coronavirus responsabile del comune raffreddore nell’uomo (HCoV-229E). Secondo gli scienziati, questo dovrebbe mettere in guardia sul potenziale pandemico della Mers. Un nemico da non sottovalutare.

Christian Drosten, uno dei ricercatori dell’équipe, citato dall”Independent’ afferma che sono stati sorpresi di osservare che il 6% circa dei dromedari esaminati era positivo all’HCoV-229E. Sono stati  quindi prelevati dai camelidi campioni di questo germe, dimostrando che era in grado di infettare l’uomo, senza tuttavia rappresentare un pericolo di nuova epidemia perché il sistema immunitario umano già conosce ed è in grado di combattere questo microbo.

Drosten, puntualizza che il primo caso umano di Mers è stato diagnosticato nel 2012, questo virus fortunatamente per ora non si è adattato abbastanza all’organismo umano da alimentare una trasmissione efficace della malattia. Se evolvesse in maniera da riuscirci, però, potrebbe costituire un problema serio perché vorrebbe dire che la Mers sarebbe potenzialmente capace di diffondersi con la stessa forza di un ‘banale’ raffreddore. Lo scienziato conclude dicendo che lo studio, dà un segnale di avvertimento sul rischio di una futura pandemia Mers, perché il virus che la causa forse un giorno potrà fare ciò che l’HCoV-229E ha già fatto.

FONTE ADNKRONOS

Potrebbe interessarti...