Infermiera in coda per la multa salva un uomo colpito da infarto

Share on Facebook0Share on Google+0Share on LinkedIn0Tweet about this on Twitter

“Credo nella provvidenza, se non avessi preso quella multa non sarei stata lì in quel momento e non avrei potuto soccorrere quella persona”. Questo il commento di Carla Filippi, 55 anni, Coordinatore Infermieristico del reparto di Rianimazione dell’ospedale Borea di Sanremo, protagonista di una vicenda raccontata oggi dal quotidiano “La Stampa“.

KK483V1Y1156-kcLG-U10602459134590JXB-700x394@LaStampa.it

L’episodio si è verificato al comando di polizia municipale di Sanremo: un uomo di 51 anni e la caposala entrambi in coda per pagare due multe. Il caso ha voluto che il primo fosse colpito da infarto e che la donna abbia capito cosa stesse succedendo. Gli ha praticato il massaggio cardiaco nell’attesa dell’arrivo dell’ambulanza, salvandogli la vita.

L’infermiera racconta altri dettagli della vicenda: «Mi ero recata al comando dei vigili, purtroppo per pagare una multa con decurtazione di punti. L’umore non era dei migliori, ed ero anche arrabbiata con me stessa. In coda, ho scambiato qualche parola con un vigile di Verezzo come me, che conoscevo da bambina, quando ho visto entrare un signore. Sembrava anziano. Il suo pallore ha catturato la mia attenzione. Si è accasciato». I soccorsi sono stati chiamati subito.

Nell’attesa è risultato provvidenziale l’intervento della Filippi, che ha messo  il paziente in posizione di sicurezza, rimosso le protesi dentarie dalla bocca ed ha iniziato il massaggio massaggio cardiaco. Fortunatamente nell’ufficio era presente anche un defibrillatore. Nel frattempo è arrivata un’ambulanza di Sanremo Soccorso, con il medico e l’infermiere del 118 a bordo, che hanno proseguito le manovre di rianimazione per poi accompagnare il paziente al pronto soccorso in «codice rosso». Le sue condizioni restano gravi, ma sembra fuori pericolo.

Fonte: La Stampa

 

Potrebbe interessarti...