Muore a 1 anno e dona il suo rene ad un bimbo di 6

Share on Facebook0Share on Google+0Share on LinkedIn0Tweet about this on Twitter

A 6 anni in dialisi peritoneale a causa di una malattia renale cronica. Affetto da ipodisplasia renale bilaterale, una patologia cronica dei reni che dall’età di 4 anni lo costringeva a dipendere dai tubi della dialisi peritoneale. Oggi, grazie all’organo ricevuto in donazione potrà avere una vita libera dalle macchine.

L’organo è stato donato da un bimbo di un anno morto a causa di un incidente. L’intervento, definito “record” è stato eseguito a fine aprile dall’équipe di Trapianto del rene della Fondazione Ca’ Granda Policlinico di Milano, che oggi ne dà notizia. L’ospedale annuncia inoltre di aver avviato un nuovo programma di “ricondizionamento” dei piccoli organi donati dai piccoli pazienti così da allargarne l’impiego.

Infatti, spiega all’Adnkronos Claudio Beretta, chirurgo dell’Unità operativa di Trapianto di rene dell’Irccs di via Sforza – negli ultimi 5 anni sono stati trapiantati 19 reni provenienti da donatori con età inferiore ai 2 anni, a fronte di una disponibilità reale di 41 organi”. I restanti “22 reni non sono stati utilizzati per la difficoltà di molti Centri trapianto ad accettare questo tipo di donatori”.

Una tipologia di trapianto difficilmente effettuata a causa delle dimensioni dell’organo e dell’età dei bambini in causa, evidenziano i medici del Policlinico.

“L’utilizzo di reni provenienti da donatori così piccoli è molto dibattuto a livello internazionale – sottolinea Mariano Ferraresso, direttore dell’Unità operativa di Trapianto di rene – non solo per le difficoltà tecniche dell’intervento, ma anche per l’alto tasso di complicanze post-operatorie e l’eventuale immaturità dell’organo, che a lungo termine potrebbe compromettere la riuscita del trapianto”.

 

Fonte: Adnkronos

Potrebbe interessarti...