S.Orsola. Tra giochi e disegni la scuola in ospedale festeggia la fine dell’anno

Share on Facebook0Share on Google+0Share on LinkedIn0Tweet about this on Twitter

Suona l’ultima campanella. Oggi, si festeggia la chiusura dell’anno scolastico anche al Sant’Orsola dove ogni anno all’interno dei reparti di degenza e day hospital di medicina d’urgenza, neuropsichiatria infantile, chirurgia, pediatria specialistica e oncoematologia frequentano la scuola bambini e ragazzi della scuola primaria e secondaria di primo e secondo grado.

Quest’anno sono stati circa 40 i bambini della scuola dell’infanzia, 70 quelli di elementari e medie e 50 i ragazzi delle scuole superiori seguiti in ospedale dagli insegnanti dell’Istituto comprensivo n. 6 di Bologna e dell’Istituto di istruzione superiore Bartolomeo Scappi di Castel San Pietro Terme. Le lezioni si sono svolte al mattino e/o al pomeriggio, accanto al letto del paziente o nelle aule scolastiche presenti in ciascun reparto.

La scuola in ospedale prevede un’attività didattica estremamente flessibile, calibrata sulle esigenze di cura di ogni studente, sulla sua personale risposta all’ospedalizzazione, nonché sugli obiettivi formativi da raggiungere secondo le linee guida ministeriali.

“La programmazione è personalizzata e tagliata come un vestito su ciascun alunno” afferma la referente della scuola dell’infanzia Paola Miccoli. “Gli insegnanti diventano temporanei compagni di viaggio, di aiuto e sostegno in un percorso volto al reinserimento del bambino o del ragazzo nella sua classe d’origine” aggiungono Loredana Carilli e Maria Alessandra Rueca, responsabili in ospedale dei ragazzi che frequentano le classi delle scuole medie e superiori.

Fonte: Aosp

Foto: Pagina Facebook Policlinico S.Orsola Malpighi

FB_IMG_1465284703633

FB_IMG_1465284720303

FB_IMG_1465284707306

Potrebbe interessarti...

Iscriviti alla nostra Newsletter

Desidero iscrivermi alla Newsletter e acconsento al trattamento dei dati personali per tale finalità, alle condizioni indicate nella Privacy Policy