Terremoto, gli sfollati nelle Marche sono 5.000

Share on Facebook0Share on Google+0Share on LinkedIn0Tweet about this on Twitter

earthquake-1665870_960_720ANCONA – Nelle Marche ci sono quasi 5.000 sfollati a causa del sisma di due giorni fa. In accordo con il Dipartimento nazionale della Protezione civile, le Regioni e i Comuni è stato avviato un percorso per il trasferimento delle persone che non posso rientrare nelle loro case, negli alberghi sulla costa.

Per il trasferimento sono molteplici gli aspetti di cui tenere conto: condizioni di salute, disabilità, fragilità di vario tipo e la frequentazione delle scuole.

Per il momento sono state trasferite e sistemate in hotel sulla costa marchigiana (a Porto Sant’Elpidio, Civitanova e San Benedetto del Tronto) 583 persone: 18 da Castel Sant’Angelo sul Nera, 30 da Fiordimonte, 122 da Pievebovigliana, 252 da Pieve Torina e 161 da Visso.

L’attività di trasferimento continuerà anche oggi. Le Fs contribuiscono con cinque vetture letto, in grado di ospitare 250 persone, che oggi pomeriggio arriveranno al binario 1 della stazione di Fabriano. Anche i Crabinieri stanno cercando aree idonee per allestire i moduli che dovranno sostituire le sei caserme dichiarate inagibili. Intanto proseguono i controlli dei Vigili del foco e i tecnici per verificare lo stato degli immobili danneggiati. E’ in via di costituzione su iniziativa dell’Anci un gruppo operativo tecnico di supporto alle attività di verifica creato grazie alla collaborazione dei Comuni marchigiani fuori dall’area del sisma. DIRE

Potrebbe interessarti...

Iscriviti alla nostra Newsletter

Desidero iscrivermi alla Newsletter e acconsento al trattamento dei dati personali per tale finalità, alle condizioni indicate nella Privacy Policy