Toscana. Da oggi obbligo di defibrillatori negli impianti sportivi

Share on Facebook0Share on Google+0Share on LinkedIn0Tweet about this on Twitter

Defibrillatori negli impianti sportivi, la Giunta ha approvato oggi il regolamento attuativo della legge regionale dell’ottobre 2015.

“Era importante approvare questo regolamento- sottolinea, in una nota, l’assessore al Diritto alla Salute Stefania Saccardi-, che fissa una serie di norme per la collocazione dei defibrillatori, la loro manutenzione, la presenza, all’interno degli impianti sportivi, degli operatori opportunamente formati.

Come Regione vogliamo garantire a chiunque fa sport la tutela della salute e un intervento tempestivo in caso di problemi cardiaci”.

Il regolamento prescrive che in ogni impianto sportivo (gestito da soggetti pubblici, da associazioni, da privati) debba essere disponibile, accessibile e funzionante almeno un defibrillatore semiautomatico esterno. Il defibrillatore deve essere posizionato il piu’ vicino possibile al luogo di svolgimento dell’attivita’ sportiva o motorio-ricreativa, in modo tale da poter essere raggiunto, al massimo, in tre minuti a passo veloce. Questa norma recepisce un’indicazione della letteratura scientifica internazionale, secondo cui, per essere efficace, l’intervento di defibrillazione deve essere praticato entro cinque minuti dall’incidente.

Sempre secondo il regolamento, il defibrillatore deve essere collocato preferibilmente in una teca a muro, con apertura libera e allarmata; deve essere facilmente riconoscibile e corredato di un pannello informativo a muro.

DIRE

Potrebbe interessarti...

1 Response