DDL Responsabilità, Commissione Giustizia solleva dubbi. Gelli: “Si troverà soluzione”

Share on Facebook0Share on Google+0Share on LinkedIn0Tweet about this on Twitter
L'On. Federico Gelli

L’On. Federico Gelli

“Da parte della Commissione Giustizia della Camera ci sono delle perplessita’ e dubbi in merito alla legge sulla responsabilita’ professione in sanita’ che speravo fossero superati. Oggi andro’ ad argomentare e a spiegare i motivi delle loro preoccupazioni. Ma sono convinto che si trovera’ una soluzione”.

Cosi’ il responsabile Sanita’ del Pd e primo firmatario della legge sulla responsabilita’ degli operatori sanitari, Federico Gelli, intervistato dall’agenzia Dire in occasione del convegno ‘Il diritto e la medicina legale. Il punto di equilibrio tra salute e sicurezza’, organizzato all’Universita’ Sapienza di Roma. “Oggi in Commissione XII recepiamo i pareri delle altre Commissioni della Camera- ha proseguito Gelli- e licenziamo il provvedimento che va in aula, iscritto a lunedi’: nella tarda mattinata o nel primo pomeriggio faro’ una relazione illustrativa della legge per poi andare ai voti nei giorni successivi martedi’ o mercoledi’ della prossima settimana”.

Perche’ l’iter di questa legge sta trovando difficolta’?

“Stiamo trattando argomenti molto complessi- ha risposto il responsabile sanita’ del Pd- dove il tema della giurisprudenza e’ andato in questi anni facendo una serie di scelte che hanno culturalmente allontanato sempre di piu’ il problema dell’organizzazione sanitaria rispetto al diritto e al principio del giusto risarcimento del soggetto danneggiato. Questi due mondi si sono allontanati e oggi dobbiamo cercare di ricucire e recuperare questa distanza e diversita’. Ma sono convinto che grazie a questa legge il prossimo futuro sara’ sicuramente migliore per favorire gli operatori della sanita’ in condizioni di maggiore tutela e protezione, ma anche soprattutto i cittadini che potranno avere risarcimenti in tempi piu’ rapidi e certi di quanto non sia avvenuto fino ad oggi”.

Intanto, secondo Gelli, uno dei punti piu’ importanti della legge riguarda il tema della prevenzione. “Nel nostro Paese da molti anni si parla di prevenzione- ha spiegato- ma nella sostanza e’ difficile argomentare soluzioni che riguardano questo tema. Nel mondo della sicurezza delle cure c’e’ una scuola che ha dettato importanti cambiamenti in molti Paesi occidentali che e’ quella del risk management, cioe’ dell’elaborazione attraverso i professionisti che operano nel settore di poter fare in modo che un evento sentinella o un potenziale rischio lo diventi a danno del paziente. Ecco perche’ noi dobbiamo pienamente lavorare sulla nascita di queste strutture e soprattutto sulla formazione dei professionisti e di tutti i giovani studenti di medicina, che dovranno imparare che non e’ sufficiente solo studiare l’anatomia umana, la fisiologia o la chirurgia, ma che e’ altrettanto importante sapere che c’e’ un tema come quello della sicurezza delle cure- ha concluso- che deve essere governato nel miglior modo possibile”. (Cds/Dire)

 

Articoli correlati

Ddl Responsabilità Professionale, intervista all’On. Federico Gelli

Potrebbe interessarti...