Disturbi comportamento alimentare, ’15 Marzo sia Giornata nazionale’

Share on Facebook0Share on Google+0Share on LinkedIn0Tweet about this on Twitter

15-marzo-795x235

Proposta di legge dei deputati D’Ottavio e Pastorino: obiettivo, promuovere la sensibilizzazione e la prevenzione. Da sei anni il 15 marzo e’ la giornata del fiocchetto lilla, nata per volonta’ di Stefano Tavilla, papa’ di una adolescente mori’ a causa della bulimia (RED.SOC.)

ROMA – Una proposta di legge che intende riconoscere il 15 marzo quale Giornata Nazionale contro i disturbi del comportamento alimentare, finalizzata a promuovere la sensibilizzazione e la prevenzione, che avra’ come simbolo il fiocco di stoffa lilla. E’ stata presentata oggi dai deputati firmatari Umberto D’Ottavio (Pd) e Luca Pastorino (Possibile) in una conferenza stampa a Montecitorio. “Il 15 marzo – ha spiegato D’Ottavio – e’ da sei anni la giornata del fiocchetto lilla, nata per volonta’ di Stefano Tavilla, papa’ di Giulia, adolescente che perse la vita a causa della bulimia e che da allora si e’ battuto per dare voce a chi soffre di questi disturbi.

Una iniziativa seguita in tutta Italia da associazioni, istituzioni e scuole di ogni grado che con iniziative e incontri sensibilizzano giovani e famiglie alla conoscenza e alla prevenzione di anoressia e bulimia”. Proseguono i firmatari della proposta: “Noi con la nostra proposta di legge vogliamo andare oltre e dare risposte concrete a chi ha bisogno di aiuto. In particolare la proposta di legge prevede le modalita’ di svolgimento della Giornata e gli obiettivi di informazione e sensibilizzazione per lo sviluppo di una maggiore consapevolezza in materia di disturbi del comportamento alimentare, questo senza maggiori oneri a carico della finanza pubblica. Inoltre, si individua nel ministero della Salute l’organo di coordinamento nazionale della Giornata, in collaborazione con le regioni e con gli enti locali. Un provvedimento – ha concluso D’Ottavio – che aiutera’ a monitorare e a fare prevenzione anche attraverso il collegamento tra istituzioni nazionali e locali, che sara’ strumento di informazione per una migliore cura e accoglienza di chi soffre di questi disturbi”.

Redattore Sociale

Approfondimento: http://consultanoi.weebly.com/dca.html

Potrebbe interessarti...