Emilia Romagna. In due anni assunti 4339 nuovi professionisti

Share on Facebook0Share on Google+0Share on LinkedIn0Tweet about this on Twitter

image

 

In due anni in Emilia-Romagna oltre 4.300 assunzioni a tempo indeterminato di personale medico, infermieristico e tecnico. E la Regione continua a investire sul potenziamento degli organici

Negli ultimi due anni, nel sistema sanitario dell’Emilia-Romagna sono già state assunte a tempo indeterminato oltre 4.300 persone (esattamente 4.339): 1.904 nel 2015, 2.013 nel 2016 e altre 422, anche negli ultimi mesi, quale quota parte di nuove assunzioni oltre la copertura del turnover e le stabilizzazioni previste.

Medici, infermieri, ostetriche, tecnici e operatori sanitari che sono stati immessi in corsia, nelle strutture e nei servizi sul territorio con l’obiettivo di alzare ulteriormente la qualità delle prestazioni fornite e portare a termine progetti specifici come quello sulla riduzione delle liste d’attesa per visite ed esami. Numeri – illustrati alla stampa – che la Regione è riuscita a raggiungere a seguito di accordi con i sindacati e stanziando 25 milioni di euro per stabilizzazioni, conferme dei contratti in essere, nuove assunzioni e copertura del turnover al 90%, percentuale unica in Italia.

Le assunzioni hanno interessato tutto il territorio regionale. In particolare: 1.160 a Bologna, di cui 742 all’Ausl, 334 all’Azienda ospedaliera e 84 all’Istituto Ortopedico Rizzoli (Ior); 1.119 all’Ausl Unica della Romagna; 226 all’Ausl di Piacenza; 542 a Parma (253 all’Ausl e 289 all’Azienda ospedaliera); 348 a Reggio Emilia (204 all’Ausl e 144 all’Azienda ospedaliera); 499 a Modena (327 all’Ausl e 172 all’Azienda ospedaliera); 280 a Ferrara (177 all’Ausl e 103 all’Azienda ospedaliera); 165 all’Ausl di Imola.

“Numeri straordinari e che rendono bene l’idea di che cosa significa, per noi, investire sulla sanità pubblica, sul nostro sistema sanitario regionale- ha sottolineato il presidente della Regione, Stefano Bonaccini-. Lo abbiamo fatto da subito e non ci fermeremo, perché l’obiettivo è uno solo: dare ai cittadini servizi sempre migliori. E poiché la qualità di un sistema sanitario la si fa anche a partire dalla quantità del personale, preparato e professionale, che ci lavora, siamo davvero orgogliosi di questo risultato, di portata unica in Italia. Grazie alle tre intese siglate con i sindacati e a un investimento di 25 milioni di euro, in due anni e mezzo di lavoro abbiamo stabilizzato e assunto migliaia di nuovi professionisti, e praticamente azzerato le liste d’attesa per visite ed esami. All’investimento sul personale si aggiungono poi 150 milioni di euro destinati all’edilizia sanitaria e all’ammodernamento degli strumenti diagnostici e di cura. Anche così- ha concluso Bonaccini- traduciamo in realtà quel Patto per il lavoro siglato a inizio mandato che ha come capisaldi le politiche occupazionali attive e le politiche per la valorizzazione professionale. E una cosa è certa: gli investimenti straordinari che abbiamo fatto in sanità non si fermano qui, per continuare a innovare un modello di welfare che già pone l’Emilia-Romagna ai vertici nazionali e internazionali”.

“Se il nostro sistema sanitario rappresenta un’eccellenza, non solo in Italia, lo dobbiamo anche all’impegno e alla competenza di tutti coloro che vi lavorano: medici, infermieri, ostetriche, tecnici, operatori- ha affermato l’assessore regionale alle Politiche per la salute, Sergio Venturi-. Abbiamo quindi scelto di investire sul personale, stringendo con i sindacati e i rappresentanti della dirigenza medica accordi importanti, conclusi tra l’altro in tempi rapidi. I risultati sono quelli che oggi presentiamo, e che siamo addirittura riusciti a incrementare rispetto a quanto ci eravamo prefissati. Non solo non vogliamo chiudere alcun ospedale- ha aggiunto Venturi- ma continueremo a lavorare fino all’ultimo per qualificare, specializzare, irrobustire ulteriormente la nostra sanità, rispettando un impegno preso a inizio mandato che stiamo mantenendo e rilanciando”.

Fonte: ER Salute

Potrebbe interessarti...