Il Senato approva il ddl sulla Responsabilità sanitaria

Share on Facebook0Share on Google+0Share on LinkedIn0Tweet about this on Twitter

L’Aula del Senato ha approvato il ddl sulla responsabilita’ professionale del personale sanitario con 168 si’, 8 no e 35 astenuti. Il testo, modificato, dovra’ ora tornare alla Camera per l’approvazione definitiva.

image34-600x400

L’on. Federico Gelli, promotore del ddl

“L’approvazione in seconda lettura del disegno di legge sulla responsabilita’ professionale del personale sanitario da parte dell’Aula del Senato e’ un ulteriore importante passo in avanti che ci avvicina ad una riforma storica per l’intero sistema sanitario. Ora resta solo l’ultimo passaggio alla Camera per l’approvazione definitiva che avverra’ entro la fine di febbraio”.

L’on. Federico Gelli, promotore del ddl sulla responsabilita’ professionale ed il rischio clinico, commenta cosi’ l’approvazione odierna del provvedimento da parte di Palazzo Madama. “Grazie a questa legge vengono implementati tutti quei meccanismi a garanzia del diritto al risarcimento ed alla trasparenza per i cittadini danneggiati da un errore sanitario e, al contempo, aumenteranno le tutele per i professionisti che potranno cosi’ tornare a svolgere con serenita’ il proprio lavoro, nell’esclusivo interesse dei pazienti, e senza dover ricorrere alla cosiddetta medicina difensiva per tutelarsi. In questo modo- conclude Gelli- si potranno risparmiare anche ingenti cifre per il Sistema sanitario nazionale.”

“Straordinario, una legge importantissima”. Cosi’ Emilia Grazia De Biasi, Presidente dalla Commissione Sanita’ del Senato, saluta l’approvazione del Ddl da parte dell’aula di palazzo Madama con l’auspicio che la Camera approvi definitivamente e in tempi brevi la legge. Un provvedimento, sottolinea la senatrice, che “segna un punto di equilibrio tra i diritti dei cittadini che devono avere la certezza della qualita’ delle cure e i diritti dei medici e del personale sanitario” e “fonda una nuova cultura della sicurezza delle cure”.

Secondo De Biasi, “accanto alla Riforma degli ordini, questo provvedimento e’ un contributo importante per il lavoro e il futuro del nostro Servizio sanitario nazionale e conferma l’Italia ai livelli migliori della sanita’ europea”.

DIRE

Potrebbe interessarti...

Iscriviti alla nostra Newsletter

Desidero iscrivermi alla Newsletter e acconsento al trattamento dei dati personali per tale finalità, alle condizioni indicate nella Privacy Policy