La Casa della Salute Lavino-Samoggia (Bo). Inaugurazione, sabato 28 gennaio

Share on Facebook0Share on Google+0Share on LinkedIn0Tweet about this on Twitter

programma-cds-lavino-samoggia-aggiornato-1La Casa della Salute Lavino-Samoggia è inserita nel sistema di cure territoriali del Distretto di Reno, Lavino e Samoggia nell’ambito del quale sono già attive le Case della Salute di Casalecchio di Reno e Sasso Marconi.

Risponde ai bisogni di salute, assistenza e prevenzione dei cittadini del territorio di Zola Predosa, Valsamoggia e Monte San Pietro.

Ristrutturata e ampliata grazie ad un investimento di 360 mila euro, distribuita su 2 piani per un totale di 2.400 metri quadrati, la Casa della Salute Lavino-Samoggia ospita una comunità di 47 professionisti che lavorano fianco a fianco, tra medici, specialisti, infermieri e personale amministrativo.

Particolare attenzione è stata posta all’accessibilità con la realizzazione di un percorso per ipovedenti che conduce dall’ingresso della Casa al punto CUP. Ad accogliere i cittadini e ad orientarli ai diversi servizi offerti dalla Casa, i volontari dell’AUSER.

La Casa verrà inaugurata sabato 28 gennaio, con STEFANIA BUCALO, Responsabile infermieristica, Bazzano Valsamoggia, Azienda USL di Bologna, STEFANO FIORINI, Sindaco di Zola Predosa, FABIA FRANCHI, Direttore del Distretto di Reno, Lavino e Samoggia, Azienda USL di Bologna, CHIARA GIBERTONI, Direttore Generale, Azienda USL di Bologna, PIERO GRAZIA, Vice Presidente del Comitato Consultivo Misto, Distretto di Reno, Lavino e Samoggia, Azienda USL di Bologna, LUCA RIZZO NERVO, Presidente della Conferenza Territoriale Sociale e Sanitaria metropolitana di Bologna, DANIELA OCCHIALI
Assessore alle Politiche Sociali, Sanità e Immigrazione, Comune di Zola Predosa
GIAN CARLO ZANETTI, Presidente della Consulta Socio-Sanitaria di Zola Predosa.

La struttura

Al piano terra si trova lo Sportello Unico Distrettuale con il punto CUP, ristrutturato ed ampliato per consentire maggior comfort e riservatezza alle persone che lo utilizzano. Sempre al piano terra il Punto Prelievi ad accesso diretto, anch’esso ampliato, che svolge anche la funzione di monitoraggio delle persone che seguono una terapia
anticoagulante orale. Completano il piano terra l’Ambulatorio infermieristico, la palestra per la riabilitazione e il SerT.
Al primo piano si trovano gli ambulatori della Medicina di Gruppo, con 5 Medici di Medicina Generale, il Servizio di Assistenza Infermieristica Domiciliare, la Pediatria di Comunità, il Consultorio familiare, l’Igiene Pubblica, la Neuropsichiatria dell’Infanzia e dell’Adolescenza e il Servizio di Salute Mentale.

La Casa della Salute Lavino-Samoggia offre anche prestazioni specialistiche di Cardiologia, Ginecologia, Fisiatria e Fisioterapia ed è uno dei riferimenti per la presa in carico di persone fragili con patologie croniche come scompenso cardiaco ed ipertensione.

Presso la Casa è in via di realizzazione la nuova postazione dell’Ambulanza di stanza a Zola Predosa, inserita nella rete dell’emergenza coordinata dalla Centrale Operativa 118 Emilia Est. La postazione sarà gestita dal Gruppo Volontario del Soccorso della Pubblica Assistenza Valle Lavino.

Programma

Potrebbe interessarti...