S.Orsola, boom di accessi al Pronto soccorso per l’emergenza caldo

Share on Facebook0Share on Google+0Share on LinkedIn0Tweet about this on Twitter

image1-720x4801-600x400Bologna, 8 ago. – Boom di accessi al Pronto soccorso per l’emergenza caldo, in particolare da parte di anziani. E cosi’ il Sant’Orsola di Bologna ha deciso di correre ai ripari mettendo a disposizione otto posti letto in piu’ per far fronte all’aumento dei ricoveri. Il mini-reparto, come annuncia una nota del policlinico universitario, comprendera’ quattro posti letto nell’Unita’ operativa di Geriatria e altri quattro nell’area di Medicina interna, a supporto del Dipartimento dell’Emergenza. Gli otto posti, che potrebbero diventare 10 se necessario, saranno aperti da domani fino al 20 agosto. Da oggi, inoltre, sono stati bloccati i ricoveri programmati. Le due misure, come spiega ancora l’ospedale, si sono rese necessarie per far fronte al picco di accessi al Pronto Soccorso e di ricoveri che si sono registrati in particolare tra gli over 75 negli ultimi giorni.
Dal primo agosto a ieri gli accessi al Pronto Soccorso dei cosiddetti ‘grandi anziani’ sono passati da 50 a 77, con un aumento del 54%. Ancor piu’ forte l’incremento dei ricoveri, piu’ che raddoppiati nello stesso periodo, da 17 a 35 al giorno. La percentuale degli over 75 ricoverati tra tutti quelli che sono entrati in Pronto Soccorso del Sant’Orsola e’ passata dal 34% del primo agosto al 50% e 45% di domenica e lunedi’.

“Il perdurare di una situazione climatica proibitiva- spiega il direttore sanitario del Sant’Orsola Gianbattista Spagnoli- ha messo a dura prova in particolare gli anziani, causando febbre, disidratazione e difficolta’ respiratorie. Non si tratta quasi mai di quadri clinici di per se’ preoccupanti, ma e’ necessarie tenere in osservazione questi pazienti, soprattutto quando non hanno a casa chi potrebbe prendersene cura”.
Per questo, sottolinea, “abbiamo cercato le risorse umane necessarie a riaprire otto posti letto. Una disponibilita’ aggiuntiva che manterremo comunque fin dopo ferragosto”.

DIRE

Potrebbe interessarti...

Iscriviti alla nostra Newsletter

Desidero iscrivermi alla Newsletter e acconsento al trattamento dei dati personali per tale finalità, alle condizioni indicate nella Privacy Policy