Olio di camelina per ridurre il colesterolo

Share on Facebook0Share on Google+0Share on LinkedIn0Tweet about this on Twitter

La camelina è una pianta che veniva usata come biocombustibile. L’olio di camelina oggi viene considerato come un elisir che permette di ridurre i livelli di colesterolo totale e di Ldl, il cosiddetto “colesterolo cattivo”. Questo è quanto emerge da una ricerca dell’Università della Finlandia orientale i cui risultati sono stati pubblicati su Molecular Nutrition & Food Research. La ricerca ha analizzato le associazioni tra olio di camelina, pesce grasso e pesce magro con il metabolismo dei lipidi e del glucosio. Nello studio sono state coinvolte 79 persone con ridotta concentrazione di glucosio a digiuno e che avevano tra i 43 e i 72 anni. I reclutati sono stati divisi casualmente in 4 gruppi. I componenti, a seconda del gruppo, sono stati istruiti a mangiare pesce grasso o magro quattro volte a settimana o a prendere una dose giornaliera di 30 ml di olio di camelina per 12 settimane. Gli studiosi hanno scoperto che l’olio di camelina ha avuto un effetto positivo sui livelli di colesterolo nel sangue.
La camelina, conosciuta anche come “falso lino” è una pianta delle Brassicacee, dunque della stessa famiglia della colza e della rapa. Nasce tra Asia centrale ed Europa, è conosciuta dall’uomo fin dal Neolitico. Questo olio è ricco di acido alfa-linolenico, un acido grasso omega-3 a base vegetale.

Di Carlotta Pasquali

Fonte ANSA

Potrebbe interessarti...