Informativa sui cookie

“Una sanità più sicura comincia da noi”, in Emilia Romagna è la giornata dell’Open Safety Day

Share on Facebook154Share on Google+0Share on LinkedIn0Tweet about this on Twitter

41937318_10210399307378482_2350380239525249024_n

 

Oggi è la giornata dell’Open Safety Day, l’iniziativa voluta dalla Regione Emilia – Romagna per illustrare ai cittadini, con un linguaggio semplice e diretto, alcune delle più frequenti e diffuse pratiche per la sicurezza delle cure. Il paziente può infatti ridurre notevolmente i rischi collegati all’assistenza adottando alcuni comportamenti apparentemente banali.

“La Regione Emilia-Romagna- sottolinea l’assessore alle Politiche per la salute, Sergio Venturi– è impegnata da anni a promuovere la sicurezza delle cure e a prevenire, evitare o mitigare i potenziali eventi indesiderati, che sono sempre possibili nei percorsi assistenziali; tanto è vero che l’area Rischio clinico della commissione nazionale Salute è coordinata proprio dalla nostra Regione. Per questo- aggiunge l’assessore- tutte le strutture pubbliche e private che erogano prestazioni sanitarie devono possedere un’adeguata funzione di monitoraggio, prevenzione e gestione del rischio sanitario. Al tempo stesso- chiude Venturi- è importante coinvolgere i cittadini: il paziente può infatti ridurre notevolmente i rischi collegati all’assistenza, adottando alcuni semplici comportamenti. Essere informati è il primo passo per aiutare e farsi aiutare”.

41945909_257719344880445_1800505523762626560_nLa campagna: temi, linguaggio, obiettivi
Diversi i temi
 toccati dalla campagna di comunicazione: la possibilità, per i cittadini, di dare suggerimenti per il miglioramento della sicurezza, la collaborazione – necessaria – del paziente per una sua corretta identificazione, l’importanza di un’anamnesi accurata e completa, la corretta gestione dei farmaci. Il filo conduttore che lega i diversi aspetti è duplice: la collaborazione e il rapporto di fiducia tra pazienti e operatori sanitari.
Per raggiungere più persone possibili, si utilizza un linguaggio semplice e diretto e diversi strumenti: poster e cartoline tematiche saranno distribuiti nei principali ospedali regionali, in particolare dove è più facile intercettare l’attenzione dei potenziali utenti, come sale d’aspetto degli ambulatori specialistici e dei Pronto soccorso, punti Cup, sportelli ritiro referti. In contemporanea parte anche una campagna per i social media, per arrivare su smartphone e tablet: uno spot video spiega alcune delle buone pratiche che, ogni giorno, sono adottate dai professionisti della sanità per tenere sempre alti i livelli di sicurezza delle cure. I contenuti saranno condivisi sul profilo Facebook e Youtube della Regione.

LA BROCHURE

Per saperne di più
https://www.ausl.bologna.it/…/auslnews.2018-09-13.6150705487

Potrebbe interessarti...