Infermiere salva turista tedesco colto da arresto cardiaco

Raffaele Donini - Assessore della Salute ER | Alessandra Buganè - moglie del paziente | Claudio Tacconi - infermiere
Share on Facebook0Share on Google+0Share on LinkedIn0Tweet about this on Twitter

Libero dal servizio, salva la vita ad un turista tedesco che si era accasciato a terra per strada a causa di un arresto cardiaco. Claudio Tacconi, infermiere, ha applicato sul posto le manovre di rianimazione dando il via all’intera catena del soccorso. A lui la riconoscenza della moglie (bolognese) del turista, l’encomio dell’Assessore alle Politiche per la Salute, Raffaele Donini e i ringraziamenti da parte del presidente dell’Ordine degli infermieri di Bologna, Pietro Giurdanella, a nome di tutto il consiglio direttivo.

Accusa malore in bicicletta, lo salva infermiere fuori servizio

È una storia a lieto fine quella che riguarda un turista tedesco in vacanza a Bologna con la moglie originaria di Monteveglio e un infermiere in forze all’Ospedale Maggiore.

Girava in bicicletta per Formica di Valsamoggia lo scorso 5 settembre quando, intorno alle 10:00 del mattino, Reiner B. cade a terra vittima di un arresto cardiaco. In quel preciso frangente passava di lì Claudio Tacconi, infermiere esperto di Rianimazione/118 e direttore di corsi BLSD IRC.

Il professionista fuori servizio non ha esitato neppure un momento: vedendo una persona a terra ha fermato la macchina sulla quale viaggiava e ha praticato le manovre di rianimazione sul turista in attesa dell’arrivo del mezzo di soccorso.

A nome del Direttivo OpiBo desidero esprimere gratitudine all’infermiere Claudio Tacconi e a tutto il sistema dell’emergenza bolognese. Un sistema fatto di competenze, organizzazione, équipe, passione e professionalità, capace di garantire una risposta rapida e qualificata a garanzia della salute del cittadino (Pietro Giurdanella, Presidente OpiBo)

Un intervento decisivo, quello dell’infermiere, che insieme al lavoro del team 118 (il paziente è stato defibrillato e intubato, con la successiva ripresa della circolazione) ha confermato l’importanza di un agire tempestivo per contribuire all’esito positivo dei pazienti in arresto cardiaco.

Trasportato al Maggiore con accesso diretto in emodinamica, l’uomo è stato sottoposto ad angioplastica e trasferito in Rianimazione. Al momento è in fase di ripresa, in attesa del trasferimento in Cardiologia per il completamento dell’iter diagnostico-terapeutico.

Lunedì 12 settembre, presso l’atrio della Rianimazione dell’ospedale Maggiore, è avvenuto l’incontro tra l’infermiere Tacconi e Alessandra Buganè, moglie del turista tedesco soccorso, che si è complimentata per l’assistenza e le cure ricevute. All’evento ha partecipato anche l’Assessore alle Politiche per la Salute, Raffaele Donini, elogiando la risposta eccezionale del sistema dell’emergenza urgenza. Per l’occasione, inoltre, sono intervenuti Giovanni Gordini (Direttore Dipartimento Emergenza Interaziendale), Carlo Coniglio (Responsabile Rianimazione dell’Ospedale Maggiore), Gianni Casella (Direttore Cardiologia dell’Ospedale Maggiore) e Federico Semeraro (Medico Rianimazione Ospedale Maggiore/Chair-Elect European Resuscitation Council).

Potrebbe interessarti...