Acquisto farmaci on line. Differenze di prezzo anche del 134%

Share on Facebook0Share on Google+0Share on LinkedIn0Tweet about this on Twitter

FARMACIA-DI-TURNO-OK-600x400

 

Farmacie e parafarmacie sono state autorizzate a vendere i farmaci anche on line, con regole precise: solo prodotti senza obbligo di ricetta medica possono essere messi a disposizione da siti con un bollino di autorizzazione del ministero della Salute.

Per i consumatori una nuova opportunità di accesso al farmaco, con ricadute sul portafoglio che possono essere pesanti: la fortissima variabilità di prezzo online può arrivare a superare il 100%. Altroconsumo, la principale organizzazione di consumatori in Italia, ha infatti provato a verificare i pro e i contro dell’accesso all’acquisto online, con l’analisi di prezzi di 21 farmaci senza ricetta venduti via web da 100 esercizi: 84 farmacie e 16 parafarmacie; escludendo le spese di spedizione la variabilità di prezzo può arrivare sino al 134%.

 

A caccia di farmaci nelle farmacie “virtuali”

Altroconsumo ha scelto 21 farmaci senza ricetta tra i 50 più venduti, quei farmaci che tutti noi abbiamo nell’armadietto delle medicine e che usiamo all’occorrenza per malanni di stagione e piccoli disturbi. Sono stati poi verificati i prezzi (spese di spedizione escluse) in 100 esercizi: 84 farmacie e 16 parafarmacie. È emerso che da un sito di vendita all’altro i prezzi della stessa confezione di medicinale possono addirittura raddoppiare (con una la variabilità di prezzo che può arrivare sino al 134%). Per esempio per l’Enterogermina una scelta attenta del sito consente di risparmiare ben 4,50 euro per una confezione; mentre su un tubetto di Gynocanesten abbiamo rilevato un risparmio possibile di 5,51 euro. E potremmo continuare con altri esempi: ecco tutti i prezzi dei farmaci rilevati a luglio dall’inchiesta.

 

Online solo i farmaci da banco

La vendita online è riservata soltanto ai farmaci da banco, ovvero quelli per cui non serve la ricetta del medico. Ecco le linee guida per un acquisto consapevole.

  • Si possono acquistare antipiretici, antinfiammatori e antidolorifici; medicinali come Viagra o antibiotici (entrambi per legge vendibili solo con ricetta) saranno reperibili online solo presso operatori illegali, da cui stare alla larga.
  • Il sito deve essere autorizzato alla vendita dei farmaci online e si può verificare questo requisito grazie al bollino di sicurezza: è obbligatorio il bollino con il logo apposito che rimanda tramite link all’elenco pubblicato sul sito del Ministero. Attenzione: molti siti illegali fanno leva su nomi ingannevoli (come “Labuonafarmacia” o “Farmacia italiana”): ecco come riconoscere un sito sicuro.
  • Le farmacie e le parafarmacie autorizzate a vendere i farmaci anche online devono avere un esercizio commerciale fisico sul territorio italiano autorizzato dalle autorità competenti. In Italia, infatti, non è possibile acquistare legalmente farmaci da siti basati all’estero perché è proibito introdurre farmaci sprovvisti di un foglietto illustrativo scritto in italiano.
  • Le farmacie e le parafarmacie che decidono di vendere online articoli come integratori, accessori sanitari, cosmetici, e quindi non farmaci, non hanno bisogno di alcuna autorizzazione né dovranno riportare il bollino di sicurezza.
  • Per legge, i farmaci venduti online devono avere esattamente lo stesso prezzo che hanno nella farmacia fisica corrispondente .
  • Bisogna verificare quanto sul prezzo incidono le spese di spedizione (da 5 euro in su). In generale, vengono annullate sopra una certa cifra: senza aumentare il consumo di farmaci, cercare di accorpare gli acquisti tra loro può essere conveniente.
  • Comprare i farmaci online può essere un modo per cercare il prezzo migliore, ma è possibile risparmiare anche scegliendo il medicinale equivalente con lo stesso principio attivo. Scopri se esiste l’equivalente al medicinale che usi di solito: consulta il servizio online di Altroconsumo per trovare il farmaco meno caro.

 

Farmacia_acquista-online

 

Quali sono i siti sicuri su cui acquistare?

Farmacie e parafarmacie autorizzate a vendere i farmaci anche online, ovvero attraverso il loro sito devono avere due caratteristiche. Prima di tutto devono avere un esercizio commerciale fisico sul territorio italiano, un negozio insomma, autorizzato dalle autorità competenti. In Italia, infatti, non è possibile acquistare legalmente farmaci da siti basati all’estero perché è proibito introdurre in Italia farmaci sprovvisti di un foglietto illustrativo scritto in italiano.

 

Il bollino di sicurezza

In secondo luogo non deve mancare il bollino di sicurezza. Il sito deve essere autorizzato alla vendita dei farmaci online e si può verificare questo requisito grazie al bollino di sicurezza: è obbligatorio bollino con il logo apposito che rimanda tramite link all’elenco pubblicato sul sito del Ministero. Molti siti illegali hanno buon gioco a fingersi farmacie o parafarmacie autorizzate, anche ricorrendo a nomi ingannevoli: per esempio “Labuonafarmacia” o “Farmacia italiana” e ostentando il simbolo del caduceo con il serpente. Non è un fenomeno limitato: siti così sul web si contano a decine. Se però una farmacia o una parafarmacia decidono di vendere online non i farmaci, ma soltanto articoli di altro tipo (integratori, accessori sanitari, cosmetici o altro), in questo caso non hanno bisogno di alcuna autorizzazione né dovranno riportare il bollo, pur essendo a norma di legge.

 

logo_farmacia_europa_ita_480

Il bollino di sicurezza: è obbligatorio con il logo apposito che rimanda tramite link all’elenco pubblicato sul sito del Ministero

 

I prezzi dei farmaci online

Nella tabella di seguito sono stati inseriti i prezzi rilevati (luglio 2016), indicando il prezzo medio, quello minimo e quello massimo registrati nelle farmacie online da noi visitate.

Untitled-4

Nella tabella (Altroconsumo) i prezzi rilevati a luglio 2016 indicando il prezzo medio, quello minimo e quello massimo registrati nelle farmacie online

Vantaggi e accorgimenti

La vendita online presenta sicuramente anche vantaggi. Un primo vantaggio – in particolare trattandosi di farmaci – è poterli avere recapitati direttamente a casa: è vero che nel nostro Paese le farmacie sono distribuite capillarmente, però una persona malata o anziana potrebbe comunque apprezzarlo.

Inoltre, grazie all’acquisto online possiamo cercare i prezzi migliori in un numero di farmacie e parafarmacie ben maggiore di quelle che potremmo visitare andandoci di persona.

Qualche accorgimento

È bene non dimenticare tutti gli accorgimenti che bisogna adottare quando si acquista un farmaco. La spesa va fatta solo al bisogno (non fare scorte) e devi conservare i prodotti acquistati in luoghi adatti (leggi il foglietto illustrativo o quanto riportato sulla confezione).

Fonte: Altroconsumo 

Potrebbe interessarti...

Iscriviti alla nostra Newsletter

Desidero iscrivermi alla Newsletter e acconsento al trattamento dei dati personali per tale finalità, alle condizioni indicate nella Privacy Policy