AIFA aggiorna algoritmo approccio terapia diabete tipo 2

Share on Facebook0Share on Google+0Share on LinkedIn0Tweet about this on Twitter

L’Agenzia italiana del Farmaco pubblica sul suo portale l’aggiornamento dell’algoritmo per la terapia del diabete mellito di tipo 2, realizzato in collaborazione con la Societa’ italiana di Diabetologia e l’Associazione Medici Diabetologi. “Questo algoritmo- dice il direttore generale di Aifa, Luca pani- rappresenta un ulteriore evoluzione dell’innovativo sistema online per individuare il target glicemico e tarare il trattamento farmacologico sulle esigenze del singolo paziente, conciliando le varie e numerose alternative di ipoglicemizzanti con le piu’ aggiornate evidenze disponibili”.

Gli aggiornamenti e le revisioni dell’algoritmo per la terapia del diabete mellito di tipo 2, in particolare, mirano “a continuare a perseguire L’appropriatezza prescrittiva- spiega in una nota Aifa- offrendo una panoramica guidata, il piu’ possibile aggiornata e di facile utilizzo, all’approccio personalizzato evidence-based alla terapia, con un’attenzione particolare alla valutazione costo-efficacia e ai benefici clinici maggiori sul lungo periodo”. Numerose sono state le modifiche sia di tipo strutturale sia di contenuto. La migrazione dalla vecchia piattaforma alla nuova, a disposizione di Aifa tra i propri sistemi informativi, ha permesso “di integrare i tre precedenti algoritmi (target glicemico, terapia con metformina, terapia senza metformina) in un unico flusso logico- prosegue l’Agenzia- di snellire e rendere di piu’ immediata comprensione alcuni passaggi lungo il percorso decisionale, nonche’ di dare all’Algoritmo una nuova veste grafica”.

Gli aggiornamenti di contenuto a seguito dell’attivita’ regolatoria di Aifa “sono stati numerosi- spiega ancora l’Aifa nella nota- per via dell’incalzante disponibilita’ nell”ultimo anno di nuovi principi attivi insieme a nuove evidenze per altri piu’ vecchi. Tra i maggiori ricordiamo: L’inserimento della nuova classe degli inibitori SGLT-2, dei nuovi agonisti del GLP-1R a lunga durata di azione e dell’insulina glargine biosimilare. Si e’ inoltre provveduto a inserire le versioni aggiornate dei piani terapeutici, i riferimenti a nuove evidenze di sicurezza e/o beneficio cardiovascolare di alcuni principi attivi, e a revisionare le bibliografie a supporto”.

L’Aifa ricorda inoltre che l’algoritmo nasce come uno strumento informatico in grado “di guidare l’utente tra le opzioni disponibili e attualmente rimborsate, riportandole tutte nella massima trasparenza, lasciando comunque liberta’ decisionale al medico. Questo strumento informatico vuol essere dedicato anche a tutti i pazienti i quali possono attingere informazioni, da condividere con il proprio medico curante, sulle possibilita’ di cura”, conclude la nota. (Cds/ Dire)

Link AIFA

 

Potrebbe interessarti...