Aneurisma: al S.Orsola il primo intervento in Italia a cuore battente

Share on Facebook0Share on Google+0Share on LinkedIn0Tweet about this on Twitter

Operato dall’equipe cardiochirurgica diretta dal Prof. Di Bartolomeo un aneurisma cardiaco senza fermare il cuore e senza ricorrere alla circolazione extracorporea. E’ successo al Policlinico S.Orsola Malpighi di Bologna. A darne notizia l’edizione bolognese del Resto del Carlino.

“Il primo intervento in Italia di questo genere

– spiega il Prof. Di Bartolomeo – e l’anziana paziente, dopo 24 ore dall’intervento respira già autonomamente, evitando l’intervento chirurgico tradizionale”.

“Siamo riusciti – aggiunge il cardiochirurgo – grazie alla chirurgia transcatetere e alle apparecchiature presenti nella sala ibrida del nuovo polo cardio-toraco-vascolare (approfondimento) a fare una piccola incisione di 5 centimetri e a chiudere così l’aneurisma, ovvero una dilatazione del ventricolo sinistro che si forma in seguito a un importante infarto cardiaco.

 


 

Approfondimento: l’aneurisma ventricolare

Un aneurisma è una sezione di parete difettosa che sporge verso l’esterno. Un aneurisma ventricolare è un difetto del ventricolo sinistro o destro del cuore, prodotto di solito da infarto transmurale. Gli aneurismi si gonfiano verso l’esterno e interferiscono con la funzione ventricolare diminuendo la funzione contrattile. Gli aneurismi che sono in gran parte costituiti da una miscela di tessuto cicatriziale e miocardio vitale o tessuto cicatriziale provocano un’espansione paradossale e la perdita di contrazione efficace.

scompenso-cardiaco-cure

 


 

Related posts

Potrebbe interessarti...