I primi due casi di febbre emorragica a Madrid

Share on Facebook0Share on Google+0Share on LinkedIn0Tweet about this on Twitter

A Madrid, le autorità sanitarie, sospettano che negli ultimi giorni si siano registrati nella capitale i primi due casi di infezione emorragica, o di Crimea Congo, in Spagna: uno dei due contagiati, un uomo di 62 anni, è morto il 25 agosto, l’altro, una infermiera che lo ha curato, è in stato grave.

Il responsabile del primo contagio sarebbe stata la puntura di una zecca durante una passeggiata in un campo ad Avila. Mentre il secondo per contatto diretto. Se le analisi lo confermeranno che si tratta di Crimea Congo, una malattia diffusa in Africa, questi sarebbero i primi casi endogeni in Spagna e forse in Europa Occidentale. Sono state messe sotto osservazione, dalle autorità sanitarie, 200 persone che potrebbero essere state a contatto con i due contagiati. Febbre alta, perdite di sangue da naso o tubo digestivo, ed ematomi riferisce Abc sono i sintomi della malattia. La trasmissione avviene generalmente attraverso la puntura di una zecca e il periodo di incubazione è di circa 3-4 giorni  .

Di Carlotta Pasquali

FONTE ANSA

Potrebbe interessarti...

Iscriviti alla nostra Newsletter

Desidero iscrivermi alla Newsletter e acconsento al trattamento dei dati personali per tale finalità, alle condizioni indicate nella Privacy Policy