Portogallo: infermieri in sciopero per 48 ore

Share on Facebook0Share on Google+0Share on LinkedIn0Tweet about this on Twitter

Adesione dell’81 % degli infermieri del turno notturno

Terminate stamattina le 48 ore di sciopero indette dalle organizzazioni sindacali portoghesi di categoria.  L’adesione è stata molto elevata, e nel turno conclusivo della notte ha coinvolto fino all’81% dei lavoratori.

In un’agenzia Lusa Guadalupe Simões, vice coordinatore nazionale del SEP (sindacato degli infermieri portoghesi), ha affermato che l’adesione nella prima giornata di sciopero è stata tra il 72% ed il 75%.

tabella territoriale adesioni allo sciopero del 13 ottobre - turno di mattina

tabella territoriale adesioni allo sciopero del 13 ottobre – turno di mattina

Questo sciopero venne annunciato in ottobre, quando il SAP, dopo numerosi incontri nel mese di agosto e settembre con le istituzioni di governo, non trovò soluzioni alternative alla dichiarazione dello stato di agitazione.

 Di seguito vi riassumiamo quello che viene richiesto attraverso queste giornate di sciopero nazionale:

  • valorizzazione del debito orario inserti speciali in decreto legge n 62/79 del 30 marzo
  • assunzione di personale infermieristico:
    • immediata apertura del concorso nazionale per assumere 2000 infermieri per il sistema regionale di salute
    • aumentato l’assunzione da parte degli ospedali, anche nel 2016 e l’assunzione di 4.000 infermieri nel 2017;
  • Sblocco delle progressioni economiche e concorsi per infermieri Specialisti; griglie salariali all’interno dei contratti, con riconoscimenti anche delle figure di infermiere Manager e infermiere Supervisor;
  • Pagamento degli straordinari e valorizzazione economica per gli infermieri che partecipano al progetto ” Unidades de salude familiar modello B“; armonizzazione salariale nazionale
  • Riconoscimento delle 35 ore lavorative per tutti i lavoratori ( per i dipendenti pubblici assunti dal 2014 già sono state riconosciute)
  • La negoziazione di misure per ridurre al minimo il disagio e rischio inerente alla professione (pensionamento, giorni di vacanza).

Queste proposte e le richieste di riunione conseguenti sono state presentate al Ministero della Salute e tutti i gruppi parlamentari portoghesi. L’auspicio è riuscire a trovare delle soluzioni prima che venga approvata la legge di bilancio 2017.

fonte: www.sep.org.pt

Autore Articolo. Dr. Antonio Torella (a.torella@icloud.com)

© RIPRODUZIONE RISERVATA


 

 

Altri articoli dello stesso autore:

“Gente di Mare”. L’infermiere sulle navi da crociera

“Competenze avanzate: Liver Specialist Nurse”

Inghilterra. Stop alla borse di studio dal 2017, lo annuncia il governo inglese

“What immigration really means for Britain”: il reale significato dell’immigrazione in Uk

National Health Service (NHS). Cosa accadrà oggi, dopo la decisione di lasciare L’UE?

“DIREZIONE BELGIO. L’infermiere Enrico Punzetti ci racconta la sua esperienza”

Londra. Manifestazione di protesta degli infermieri, la politica risponde

“No al taglio delle Borse di Studio”. Studenti e Infermieri in piazza a Londra

Infermieri in Inghilterra: Martina Laffi ci racconta Manchester

C’era una volta in America: storia di una futura infermiera italiana

Noi, Infermieri a Berlino: il racconto di Clorinda Demaio

La Spagna approva la legge sulla prescrizione infermieristica. Ma è polemica

Norvegia: il nuovo “El Dorado” per gli infermieri

Emergency: un’infermiera bolognese ci racconta la sua esperienza in Sudan

Genetic Nurse: dal Nord Europa arriva a Bologna una nuova specializzazione

Francia: la lunga notte di un infermiere italiano

Spagna: stop alla legge sulla prescrizione infermieristica di farmaci e presidi

Are you RE VALIDATION ready?

N.M.C. Nuovi requisiti linguistici per la registrazione degli infermieri europei

Potrebbe interessarti...

Iscriviti alla nostra Newsletter

Desidero iscrivermi alla Newsletter e acconsento al trattamento dei dati personali per tale finalità, alle condizioni indicate nella Privacy e Cookie Policy