Sedentarietà e obesità sono malattie sociali

Share on Facebook0Share on Google+0Share on LinkedIn0Tweet about this on Twitter

Presentata ieri mattina a Roma, presso la sala stampa della Camera dei Deputati, la 5^ edizione di Move Week, settimana di mobilitazione europea per promuovere la salute attraverso il movimento e lo sport per tutti. Uisp-Unione Italiana Sport Per tutti e Anci-Associazione Nazionale Comuni d”Italia sono in prima fila per sostenere la campagna in Italia, con 180 eventi in 70 citta’, che si stanno succedendo da lunedi scorso e termineranno domenica 29 maggio.

Ieri in molti uffici pubblici si e’ tenuta “Una scala al giorno”, iniziativa promossa da Anci e Uisp con l’invito a scegliere l”utilizzo delle scale al posto degli ascensori in decine di Comuni. Nel corso della conferenza stampa Vincenzo Manco, presidente nazionale Uisp, ha detto: “Dare un taglio sociale allo sport significa rafforzare l’idea di Europa: centralita’ dell”uomo, da riconoscere come punto di riferimento di diritti per cittadini residenti e migranti.

Per questo esprimiamo un’altra idea di sport che parte dal suo valore sociale e dalla promozione della salute”. Per Roberto Pella, vicepresidente Anci: “Move Week e’ la dimostrazione di come il valore sociale dello sport sia una conquista di civilta’ e benessere per tutto il nostro Paese. Anche attraverso queste campagne ci stiamo adoperando, insieme all’Uisp, alla promozione di attivita’ motorie e sportive nelle citta’ che contribuiscano a diffondere senso civico, coesione e senso di appartenenza nei grandi e piccoli Comuni italiani”. Piero Fassino, presidente Anci e sindaco di Torino ha inviato un videomessaggio nel quale invita i cittadini a fare movimento e ad usare le scale per mantenersi in salute”.

Nel suo intervento, Filippo Fossati, deputato, gia’ presidente di Isca Europe, rete internazionale di sport per tutti che organizza Move Week, ha evidenziato “come sollecitato dall’OMS nelle sue recenti strategie per l”attivita” fisica 2016-2025, la prevenzione e la divulgazione di stili di vita attivi deve avere passare per l”integrazione di varie politiche pubbliche, dalla salute alla scuola, dallo sport all’urbanistica e all’ambiente. Ci impegniamo a proseguire in Parlamento questo percorso avviato con la conferenza Promuovere salute organizzata dall’Uisp lo scorso 6 aprile”.

Sedentarieta’ e obesita’ sono malattie sociali: l’OMS ha lanciato l’allarme con la Strategia per l’attivita’ fisica 2016-2025. In Europa l’inatti­vita’ e’ ritenuta responsabile ogni anno di un milione di decessi (il 10% circa del totale). Si stima che all’inattivita’ fisi­ca siano imputabili il 5% delle affezioni coronariche, il 7% dei diabeti di tipo 2, il 9% dei tumori al seno e il 10% dei tumori del colon. Inoltre, molti paesi europei hanno visto le percentuali relative al numero di persone sovrappeso e obese aumentare negli ultimi decenni. La specificita” della campagna Move Week e” quella di unire insieme soggetti pubblici e privati che metteranno in moto le varie comunita’ territoriali per la promozione del diritto al movimento e alla salute. Il risultato sara’ quello di una enorme campagna per la promozione del movimento e della salute attraverso centinaia di occasioni di sport praticato. (Comunicati/Dire)

Foto in copertina: Flickr.com/TonyAlter

Potrebbe interessarti...