Strage di Bologna. Oggi si marcia contro tutti i terrorismi

Share on Facebook0Share on Google+0Share on LinkedIn0Tweet about this on Twitter

“Oggi piu’ che mai e’ necessario manifestare per condannare il terrorismo perche’ non ci appartiene come esseri umani, credenti e non, cittadini e cittadine”: l’appello arriva da Yassine Lafram, coordinatore della Comunita’ Islamica di Bologna. “il 2 agosto, parteciperemo alla marcia contro tutti i terrorismi in occasione del 36ESIMO anniversario della strage alla stazione di Bologna. Ancora una volta vogliamo lanciare un segnale che indichi una svolta nei rapporti con la societa’ civile e la citt” di Bologna di cui siamo e ci riteniamo parte integrante”. Non solo: una delegazione della Comunita’ Islamica di Bologna si rechera’ alle 11.30 nella Chiesa di San Benedetto per la messa celebrata dal vescovo Matteo Zuppi: “Vogliamo trasmettere la nostra vicinanza e solidarieta’ alla comunita’ cristiana dopo il barbaro assassinio del sacerdote di Rouen”.

Era il 2 agosto 1980 quando una bomba esplose alla stazione di Bologna, causando 85 morti e 200 feriti. Oggi, 36 anni dopo, l’Associazione dei famigliari delle vittime del 2 agosto insieme con le istituzioni daranno vita alla celebrazione della Giornata in memoria delle vittime di tutte le stragi.

“Non ero nato il giorno della strage alla stazione- scrive oggi Lafram su ”La Repubblica”- Ho 30 anni e i miei genitori sono di Casablanca, in Marocco, ma oggi la mia citta’ e’ Bologna. […] credo che nel contesto internazionale in cui viviamo, mentre i terroristi ci tengono tutti nella morsa della paura con le loro azioni barbare, questa data sia importante. Che sia importante per la comunita’ islamica essere in piazza domani, poi a messa col vescovo. Per ricordare che il terrorismo non ha padre ne’ madre, che non puo’ essere ricondotto a nessun Dio a nessuna idea o ideologia. Che oggi dobbiamo far prevalere il buon senso, ribellarci a chi vuol farci vivere nella paura, condannare i criminali senza se e senza ma, senza farci uccidere ogni giorno un poco dalla rabbia, dal terrore”. (Dires – Redattore Sociale).

 

Gli appuntamenti di oggi

La giornata si apre alle 6.30 al Parco della Montagnola, in piazza VIII Agosto, con l’arrivo da tutta Italia delle staffette podistiche ‘Per non dimenticare’. Alle 8,15 in Sala Rossa a Palazzo d’Accursio si terrà l’incontro con i familiari delle vittime della Strage del 2 agosto. Alle 8,30 in Consiglio comunale si svolgerà l’incontro con l’Associazione dei familiari Vittime della Strage alla Stazione di Bologna, le autorità e i rappresentanti delle città, degli enti e delle associazioni aderenti alla manifestazione.

Alle 9,15, in piazza del Nettuno si concentreranno i Gonfaloni delle città. Da qui partirà il corteo lungo via Indipendenza. Da segnalare l’importante iniziativa dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna in collaborazione con l’Associazione dei Famigliari delle vittime: distribuire ai partecipanti al corteo di commemorazione le cartoline, tutte diverse, con le ottantacinque biografie delle vittime della strage, ovvero raccontare ciò che i numeri non riescono a trasmettere (la redazione delle biografie è stata curata materialmente dalla storica Cinzia Venturoli).

L’arrivo del corteo è previsto alle 10,10 in piazza Medaglie d’Oro, dove interverrà il presidente dell’Associazione Familiari Vittime della Strage alla Stazione di Bologna, Paolo Bolognesi. Seguirà un minuto di silenzio in memoria delle vittime e l’intervento del sindaco di Bologna, Virginio Merola.

Dalle 8 alle 14 alla Stazione centrale di Bologna sarà allestito uno stand di Poste Italiane con vendita di oggetti commemorativi e annullo filatelico speciale.

Alle 10.50 sarà deposta una corona davanti alla targa che ricorda il sacrificio del ferroviereSilver Sirotti deceduto nella strage del treno Italicus e alle 11.15 dal piazzale Est della stazione partirà il treno straordinario per San Benedetto Val di Sambro, con la deposizione di corone alle lapidi che ricordano le vittime degli attentati ai treni Italicus e 904 Napoli-Milano e gli interventi del sindaco di San Benedetto Val di Sambro, Alessandro Santoni, della presidente dell’Associazione Familiari Strage treno 904 Napoli – Milano, Rosaria Manzo, e del consigliere delegato della Città metropolitana, Marco Monesi. Il fratello del ferroviere Sirotti scoprirà una targa, nella sala d’attesa rinnovata, intitolata allo scomparso. Per la Regione sarà presente l’assessore Donini.

Alle 11.30 nella chiesa di San Benedetto (via dell’Indipendenza 64) sarà celebrata la Messa in suffragio da MonsignoreMatteo Maria Zuppi, arcivescovo metropolita di Bologna.

Sempre a Bologna, alle 11.30 nel piazzale Cotabo, in via Stalingrado 65/13, avverrà la deposizione di corone al monumento in ricordo dei tassisti deceduti il 2 agosto 1980. A partire dalle 16.30 al Centro sportivo Biavati (via Shakespeare 33) si terrà la tredicesima edizione di “Lo sport ricorda”, triangolare di calcio fra le squadre del Consiglio comunale di Bologna, Rfi Bologna e Cotabo.

Alle 18 presso la Velostazione di Bologna (Via Indipendenza 71/Z) si svolgerà l’inaugurazione di “Confonderti”, installazione artistica di Antonello Ghezzi.

In serata, alle 21.15, torna in piazza Maggiore la XXII edizione del concorso internazionale di composizione 2 agosto. Quest’anno sarà dedicato a partiture per illustrare una scena di balletto, eseguite dall’Orchestra del Teatro Comunale di Bologna diretta dal maestro Alessandro Cadario e dalla compagnia di danza Körper diretta da Francesco Cimminoe con le coreografie di Francesco Nappa.

Il concerto sarà trasmesso in diretta da Radio Rai 3 e in differita TV da Rai 5.
Al termine del concerto verrà proiettato il documentario di Vanessa Roghi, “La Grande Storia: Bologna 2 agosto 1980. La strage”, prodotto da Rai3.

 

Potrebbe interessarti...