Informativa sui cookie

Il diritto senza l’uomo. Le responsabilità in ambito sanitario

Share on Facebook6Share on Google+0Share on LinkedIn0Tweet about this on Twitter

Il Settore Fides et Ratio dell’Istituto Veritatis Splendor, con il patrocinio dell’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Bologna, propone un corso sul tema della Responsabilità Sanitaria dal titolo:

IL DIRITTO SENZA L’UOMO. LE RESPONSABILITÀ IN AMBITO SANITARIO

 Quando si sbaglia o si soffre ci si chiede “di chi è la colpa?”, “Perché è successo?” In ambito sanitario, la disciplina giuridica della responsabilità, soprattutto in ambito civilistico, ha affrontato una serie importante di modifiche tali da determinare una vera e propria rivoluzione dei principi e delle regole.

Senza interventi del legislatore ma con un penetrante ruolo della giurisprudenza, alla fine degli anni ’90, la Cassazione affermò la natura contrattuale e non più extracontrattuale  del rapporto «paziente‐sanitario». Tale paradigma è ora nuovamente rivisitato alla luce della legge 24/2017, c.d legge Gelli, di riforma della responsabilità in ambito sanitario. Inoltre, significative innovazioni, come gli eccezionali progressi scientifici e tecnologici hanno ulteriormente modificato i rapporti «paziente‐sanitario» producendo fenomeni di spersonalizzazione e di aggravamento della complessità dell’attività sanitaria.

L’«utilitarismo» di una fredda analisi della responsabilità sta soppiantando qualsiasi discorso di giustizia. In questo contesto, cosa significano «dovere» e «compito»?

Non basta difendersi. Come afferma H. Kelsen nella Dottrina pura del diritto (1960), si deve individuare il soggetto esterno al sistema giuridico capace di comprenderlo e quindi di interpretarlo, perché fondato filosoficamente sul diritto inteso quale “parole pronunciate e scritte”. Soltanto riconoscendo l’incompletezza e l’inadeguatezza dell’ordinamento giuridico si può rispettare la complessità del fenomeno sanitario, collocandolo in una prospettiva che è etico‐giuridica, ma anche metafisica. E’ il dialogo tra coscienze morali seriamente impegnate nella ricerca del vero, del buono e del giusto nella situazione (“parole dette e scritte” e in‐ terpretate) che può essere riconosciuto “ambiente” adeguato alla formulazione di una legge che, pur nel limite della attuale condizione umana, sia la più giusta possibile.

 

I LEZIONE

Giovedì 10 maggio 2018, ore 15.00-18.00

Aspetti etico-teologici

Prof. Mons. Lino Goriup – Docente di filosofia presso l’Istituto Superiore di Scienze Religiose di Bologna

II LEZIONE

Giovedì 17 maggio 2018, ore 15.30-18.30

Aspetti giuridici e deontologici

Avv. Giannantonio Barbieri – Avvocato Cassazionista,  Foro di Bologna, Specialista in Diritto Sanitario e Bioetica

III LEZIONE

Giovedì 24 maggio 2018, ore 15.30-18.30

Linee guida e buone pratiche

Dott.ssa Angela Peghetti – Infermiera, componente del Consiglio Direttivo FNOPI-Federazione Nazionale Ordini Professioni Infermieristiche di Bologna

IV LEZIONE

Giovedì 31 maggio 2018, ore 15.30-18.30

Aspetti etico-filosofici

Prof.ssa Alfreda Manzi – Docente di ruolo di Diritto ed Economia, a Medicina (BO). Già docente di Filosofia moderna e contemporanea presso FTER

 

Al termine della IV lezione verranno somministrati i questionari finalizzati al conseguimento dei Crediti ECM

 

SEDE DEL CORSO

Istituto Veritatis Splendor – Via Riva di Reno, 57 – 40122 Bologna

 

DESTINATARI: tutti i professionisti sanitari

 

ACCREDITAMENTO ECM

Crediti ECM previsti n.19,2

Locandina con programma del corso:

locandina  locandina-2

 

PER INFORMAZIONI SU COSTI E MODALITA’ ISCRIZIONI

Segreteria Corsi e Master Istituto Veritatis Splendor – Via Riva di Reno, 57 – Bologna

Tel. 051 6566239;  e-mail: veritatis.segreteria@chiesadibologna.it

Scadenza iscrizioni: 30 aprile 2018

 

 

 

Potrebbe interessarti...