Infermiere di 26 anni, dona il plasma iperimmune per dare aqualcuno una possibilità in più per vincere il covid

img_2915
Share on Facebook0Share on Google+0Share on LinkedIn0Tweet about this on Twitter
Francesco, 26 anni, da infermiere ed ex malato covid si sente di fare un gesto importante: donare il plasma iperimmune.
1_img_2949
“Dato che ho un gruppo sanguigno particolare (B negativo) donare il plasma è particolarmente importante. In questo caso donare il plasma iperimmune può aiutare e velocizzare il tempo di guarigione di qualcuno” spiega ai microfoni del Tg2

Se da un lato aumentano i ricoveri nelle terapie intensive, dall’altro aumentano però anche i donatori di plasma.

“Per ora abbiamo selezionato oltre 1000 pazienti, di cui finora sono risultati idonei 100-120 pazienti”spiega la dottoressa Randi, responsabile del Centro trasfusionale e Immunologia della Ausl di Bologna.

Un gesto di solidarietà, quello della donazione del sangue e del plasma, che nel caso del plasma iperimmune assume un valore ancora più importante per la lotta al covid

Guarda la fotogallery

Potrebbe interessarti...