Sanità 2020: dialoghi sul futuro delle professioni sanitarie e sociali – questionario on-line

regione-emilia-romagna-2009-verticale
Share on Facebook0Share on Google+0Share on LinkedIn0Tweet about this on Twitter

Riceviamo e pubblichiamo una nota del dr.ssa  Diletta Priami, Agenzia Sanitaria e Sociale Regionale – Regione Emilia-Romagna, Area Sviluppo delle professionalità per l’assistenza e la salute

 

Alla luce dell’interesse suscitato dalle iniziative sulle professioni che cambiano e sulla direzione che sta prendendo la sanità in movimento, la redazione del progetto ha elaborato un breve questionario basato sul metodo dei “Dialoghi del futuro” e sul modello di una survey dell’Economist su “Le guerre per i talenti”.

Il questionario è diretto in primis agli operatori dei servizi sanitari e sociali, ma anche agli studenti dei corsi di laurea delle professioni sanitarie e sociali, ai volontari, agli operatori del terzo settore e, nel nostro intento, anche ai cittadini: a quanti abbiano esperienza dei percorsi di cura e di presa in carico per problemi di salute e vogliano aiutarci a costruire una fotografia degli operatori  sociali e sanitari del futuro.

Per partecipare basta seguire le istruzioni a questo link:

http://partecipazione.regione.emilia-romagna.it/iopartecipo/sanita-in-movimento/professioni-che-cambiano/avvisi/sanita-2020-dialoghi-sul-futuro-delle-professioni-sanitarie-e-sociali

Vi chiediamo di collaborare in prima persona alla ricerca ma anche di trasmettere la richiesta di partecipazione all’indagine agli operatori impegnati in esperienze di trasformazione della pratica professionale, di innovazione del proprio ruolo“tradizionale” o,  addirittura, nella sperimentazione sul campo di nuove funzioni e nuove figure professionali (pensiamo sia ad esperienze di innovazione della pratica di professioni  già affermate, come, ad esempio, infermieri o tecnici  che esercitinocompetenze avanzate nelle cure primarie o in ospedale o educatori professionali case manager,   sia all’esercizio di funzioni per nuove figure “emergenti”, come i consiglieri di fiducia o i facilitatori nelle relazioni servizi/comunità).

Siamo convinti di trovare esperienze e tendenze  di cambiamento in tutte le professioni della sanità e del sociale e anche nelle figure del volontariato che opera in collaborazione coi servizi e le famiglie.

 

 

I dati raccolti verranno resi  disponibili in autunno, sul   web di Sanità in Movimento.

Ci  impegniamo  a condividerle con voi  le elaborazioni e ad utilizzare i risultati di questa ricerca per interagire con laDirezione Regionale Sanità e Politiche Sociali,  le  Direzioni delle aziende sanitarie e  le Università,  per far sì che vengano progettate  le migliori opportunità per sostenere  le esperienze di trasformazione in atto nelle professioni:  ad esempio,   per costruire nuovi scenari per la programmazione dei fabbisogni, per progettare   ed innovare i curricula della formazione universitariadei nuovi professionisti, per far emergere nuove priorità per la  formazione continua degli operatori, per dare input al disegno di nuovi percorsi di carriera,di valutazione, di investimento  sulle  persone.

Pietro Giurdanella

Responsabile

Potrebbe interessarti...