Bimbo robot al S.Orsola: un centro simulazione per medici e infermieri

Un momento della dimostrazione del Centro di Simulazione con manichini-robot per le emergenze pediatriche dell'Ospedale Sant'Orsola di Bologna, 2 dicembre 2015.ANSA/GIORGIO BENVENUTI
Share on Facebook0Share on Google+0Share on LinkedIn0Tweet about this on Twitter

Sono in grado di tossire, dire sì o no e simulare tutte le condizioni patologiche di un essere umano, dall’infarto alla reazione allergica (con la lingua che si gonfia) fino alle convulsioni epilettiche. Gli si può provare la pressione, applicare una flebo, iniettare un farmaco, ma anche un accesso intraosseo in una gamba. Sono i nuovi manichini robotizzati a grandezza naturale che riproducono perfettamente le caratteristiche di un bambino in un’età compresa tra i 6 e i 9 anni.

A darne notizia l’edizione on line del giornale La Repubblica (link) con un articolo dedicato all’inaugurazione del nuovo centro di formazione all’interno del Policlinico S.Orsola Malpighi.

Il nuovo Centro, uno dei pochi attivi in Italia (gli altri sono al Mayer di Firenze, al Gemelli di Roma e al Gaslini di Genova) dove si può simulare una vera e propria emergenza pediatrica, ha ottenuto la certificazione CRM che valuta le caratteristiche avanzate del manichino e la capacità di affiatamento del l’equipe nelle risposte in emergenza.

Il Centro ha sede al piano terra del padiglione 16 ec omprende tre locali: aula per le lezioni teoriche e per il debriefing, sala delle simulazioni e stanza della regia. Fondamentale è la fase di debriefing, quando – nella sala attigua – è possibile valutare quanto accaduto durante la simulazione, discutendo sui singoli momenti e individuare possibili percorsi alternativi.

“La novità – spiega il Professor Bernardi, direttore della’Unita’ Operativa di Pediatria d’Urgenza del Policlinico – e’ quella di poter operare su un manichino che riproduce perfettamente tutto quello che si può verificare realmente, senza rischiare di creare danni” e aggiunge “Mantenere una formazione efficace e’ difficile, in particolare non ci si può basare solo sul l’esperienza del singolo. In questo modo tutto possono diventare esperti nella gestione delle emergenze pediatriche”.

“Il centro e’ rivolto ai medici e agli infermieri del Policlinico – commenta il Dr. Mario Cavalli, Direttore Generale del S.Orsola – e sarà a disposizione anche del personale di altre Aziende”.

La struttura, che sarà gestita da un team di istruttori composto da pediatri, rianimatori e infermieri, selezionati tra il personale del Policlinico, e’ stata realizzata grazie ai fondi raccolti da due associazioni di volontariato, Pollicino e Anna Rosa Andreoli a cui il centro e’ dedicato.

 

Il video di E’tv

https://www.facebook.com/video.php?v=970221226383015

Un momento della dimostrazione del Centro di Simulazione con manichini-robot per le emergenze pediatriche dell'Ospedale Sant'Orsola di Bologna, 2 dicembre 2015.ANSA/GIORGIO BENVENUTI

Un momento della dimostrazione del Centro di Simulazione con manichini-robot per le emergenze pediatriche dell’Ospedale Sant’Orsola di Bologna, 2 dicembre 2015.ANSA/GIORGIO BENVENUTI

image

 

 

Potrebbe interessarti...