Aperitivi ‘batterici’, occhio a inzuppare più volte gli snack nelle salse

Share on Facebook0Share on Google+0Share on LinkedIn0Tweet about this on Twitter

L’estate è anche sinonimo di aperitivi, in compagnia degli amici al bar. Momenti in cui, tra una chiacchiera e l’altra, si gustano piccoli snack, patatine e salatini da immergere nelle variopinte salse che accompagnano l’aperitivo.

Gesti che si svolgono con molta naturalezza. Ma attenzione all’igiene: intingere gli alimenti già ‘assaggiati’ più e più volte nel condimento contribuisce infatti a diffondere, ma anche ad assumere germi in abbondanza.
dinner-666151_640

E’ l’avvertimento lanciato dalla rivista ‘Healthbeat’, edita dall’università di Harvard, che ripercorre la letteratura scientifica disponibile sul tema.

La rivista ha esaminato gli effetti dell’inzuppamento “selvaggio” e ripetuto nelle salse, ed ha riscontrato che la contaminazione varia a seconda del tipo di salsa e le meno ‘pericolose’ sono quelle al formaggio e al cioccolato (in caso di spuntini dolci), perché più dense e meno esposte al rischio di ricadere in pezzetti nel contenitore.

Una pratica, quella di inzuppare i salatini più di una volta nelle salsine, che all’apparenza è innocuo, ma che può diventare realmente pericoloso.

Robert Shmerling, editore di HealthBeat, spiega: “Se una persona affetta da qualsiasi infezione immerge due volte un alimento nella salsa in comune con altri, diffonde i germi: dalla tubercolosi alla legionella, possono diffondersi le più disparate malattie” attraverso un semplice aperitivo.

Fonte. Adnkrons

Potrebbe interessarti...