Marche, via libera alla cannabis per scopi terapeutici

Share on Facebook0Share on Google+0Share on LinkedIn0Tweet about this on Twitter

Via libera all’utilizzo della cannabis per scopi terapeutici nelle Marche.

La giunta Ceriscioli ha approvato oggi il regolamento attuativo della legge numero 1 del 2013. “Le linee di indirizzo forniscono uno strumento di consultazione semplice ed efficace, per i medici e i farmacisti, in modo da armonizzare le attivita’ legate alla prescrizione, alla preparazione e alla fornitura dei medicinali a base di cannabis sul territorio regionale- spiega il presidente di Regione Luca Ceriscioli-

marijuana-269851_640

L’obiettivo e’ assicurare l’omogeneita’ di applicazione, il monitoraggio dei consumi e la riduzione dei tempi di erogazione”. Il regolamento disciplina gli aspetti organizzativi che coinvolgono gli operatori sanitari nella gestione dei farmaci contenenti cannabis.

Questi medicinali saranno a carico del Servizio sanitario regionale per i pazienti residenti nelle Marche. Saranno forniti dai centri autorizzati dalla Regione (le farmacie degli enti del Ssr) per il trattamento di alcune patologie: dall’analgesia con spasticita’ dolorosa (sclerosi multipla, lesioni del midollo spinale), alla gestione del dolore cronico (in particolare quello neurogeno), al controllo degli effetti indesiderati della chemioterapia (nausea e vomito) e alla stimolazione dell’appetito nella cachessia e anoressia nei pazienti oncologici o affetti da Aids e nell”anoressia nervosa.

Altre applicazioni terapeutiche della cannabis sono quelle legate all’effetto ipotensivo nel glaucoma resistente alla terapie convenzionali, oltre che nei casi di riduzione dei movimenti involontari del corpo e facciali presenti nella sindrome di Gilles de la Tourette. Nei giorni scorsi l’appello dell’associazione Luca Coscioni affinche’ la giunta approvasse celermente i regolamenti attuativi. (Luf/ Dire)

Potrebbe interessarti...