Nella Centrale Operativa 118 dove uomo e tecnologia salvano vite

Share on Facebook0Share on Google+0Share on LinkedIn0Tweet about this on Twitter

E’ di oggi l’articolo del Corriere della Sera, edizione di Bologna, che racconta l’incessante lavoro della Centrale del 118 di Bologna. Anche di notte.

Si tratta della Centrale Operativa 118 Area Omogenea Emilia Est, che gestisce le richieste di emergenze sanitarie per le provincie di Bologna, Modena e Ferrara. La stessa che gestisce e coordina anche la base di elisoccorso HEMS (Helicopter Emergency Medical Service) di Bologna.

Un articolo che evidenzia gli sforzi fatti da tutti gli operatori per assicurare costantemente un insostituibile servizio al cittadino.

“In questo mestiere non ci sono molte differenze tra i turni, il serale è duro perché è lungo, ma è anche un po’ più tranquillo” – racconta nell’articolo Francesco Franchini, uno dei coordinatore dell’area.

Sono quasi 600 le chiamate  giornaliere al 118 gestite dagli infermieri all’interno della Centrale Operativa – sottolinea l’articolo. Oltre 200.000 le chiamate ogni anno: un bimbo che fatica a respirare, un ragazzo svenuto in via Zamboni, un anziano che ha un malessere improvviso. Esempi di chiamate alle quali gli infermieri devono riuscire a rispondere in pochi secondi.

Situata dietro all’Ospedale Maggiore – spiega ancora l’articolo – la Centrale Operativa è un concentrato di tecnologia unita al fattore umano. Monitor,  computer, maxi schermi che mandano in diretta le immagini dei caselli autostradali bolognesi. Durante la chiamata di soccorso, infatti, gli operatori debbono velocemente raccogliere più informazioni possibili e registrarle all’interno di un software in grado di classificare l’emergenza.

“Un gioco di squadra talmente collaudato da permettere perfino di far passare solo 38 minuti da un infarto all’ingresso della sala operatoria”, riprendendo il fatto realmente accaduto di un 50enne ricoverato al S.Orsola.

Un tempo dovevamo capire dalla telefonata da dove partiva la richiesta di aiuto. Oggi geolocalizza il computer“. Questo il commento di Giovanni Di Girolamo, memoria storica della Centrale, ancora in servizio.

Di seguito l’articolo completo del Corriere della Sera

corriere

 


 

Articoli correlati

La Centrale Operativa Area Omogenea 118 Emilia Est

Il Servizio di Soccorso Sanitario con elicottero Base Bologna

Potrebbe interessarti...

Iscriviti alla nostra Newsletter

Desidero iscrivermi alla Newsletter e acconsento al trattamento dei dati personali per tale finalità, alle condizioni indicate nella Privacy Policy