Rugby, arriva il Trofeo delle Alpi: placchiamo la distrofia

Share on Facebook0Share on Google+0Share on LinkedIn0Tweet about this on Twitter

Un torneo solidale integrato, che coinvolge persone con diverse abilita’ motorie, per sostenere la ricerca sulla distrofia muscolare di Duchenne e Becker. Appuntamento a Torino domenica 11 settembre allo stadio Primo Nebiolo (RED.SOC.) ROMA –

Domenica 11 settembre lo Stadio Primo Nebiolo di Torino, a partire dalle 10, ospitera’ una giornata dedicata allo sport e alla solidarieta’ con il torneo di rugby Trofeo delle Alpi, organizzato da Parent Project onlus (che dal 1996 affianca le famiglie attraverso una rete di Centri Ascolto e promuove e finanzia la ricerca scientifica sulla distrofia di Duchenne e Becker) in collaborazione con il Comitato Rugby Piemonte e Coldiretti Torino.

rugby-1054275_640L’evento avra’ la finalita’ di raccogliere fondi a sostegno della ricerca scientifica sulla distrofia muscolare di Duchenne e Becker, grave malattia genetica rara che colpisce un neonato maschio ogni 3500. Il “Trofeo delle Alpi” e’ un torneo ideato per includere tutte le diverse forme di rugby, unite dallo slogan “Placchiamo insieme la distrofia”, a sottolineare il legame tra la disciplina sportiva e l’obiettivo di creare un futuro migliore per tutti i bambini e i giovani che convivono con la patologia. Le principali squadre piemontesi seniores (Cus Torino, Biella Rugby, VII Rugby Torino e Monferrato Rugby) si contenderanno il Trofeo, ma la giornata includera’ anche un torneo giovanile under 14, una partita femminile e una partita che coinvolgera’ le 3 squadre “mixed abilities” Settimo Cron, Volvera e Savona.

Uno spazio importante e’ stato dedicato, all’interno dell’evento, proprio alla realta’ del rugby integrato, che coinvolge persone con diverse abilita’ motorie. Questa scelta ha l’obiettivo di sottolineare la grandissima importanza dello sport come ambito e strumento di valorizzazione delle differenze, socialita’, rafforzamento dell”autostima, oltre che di integrazione.

Dalle ore 18.30 si svolgera’ la premiazione, che sara’ presentata da Marco Berry; il torneo verra’ seguito da una vivace serata di animazione e musica, con esibizioni del comico Maurizio Lastrico (dalle 19.30) e del gruppo musicale DieciCento, dalle 21. Saranno presenti, oltre a quello dell’associazione organizzatrice, gli stand di varie aziende agroalimentari del territorio, che erogheranno cibo e bevande devolvendo parte dell”incasso alla ricerca sulla distrofia muscolare di Duchenne e Becker. L’ingresso sara’ gratuito; chi lo desidera potra’ contribuire con un”offerta libera. La distrofia muscolare di Duchenne colpisce 1 su 3.500 neonati maschi. E’ la forma piu’ grave delle distrofie muscolari, si manifesta nella prima infanzia e causa una progressiva degenerazione dei muscoli, conducendo, nel corso dell’adolescenza, ad una condizione di disabilita’ sempre piu’ severa.

La distrofia di Becker e’ una variante meno grave, il cui decorso e’ variabile da una persona all’altra. Al momento non esiste una cura. I progetti di ricerca e il trattamento da parte di un’e’quipe multidisciplinare hanno permesso di migliorare le condizioni generali e raddoppiare l’aspettativa di vita dei ragazzi. (www.redattoresociale.it)

 

Locandina-Trofeo-delle-Alpi

Potrebbe interessarti...