Assemblea OPIBO: l’emozione di ritrovarsi e di raccontarsi dopo l’emergenza

Share on Facebook0Share on Google+0Share on LinkedIn0Tweet about this on Twitter

L’emozione di ripercorrere insieme i lunghi attimi vissuti con impegno e dedizione, messi in campo da ciascun infermiere durante la pandemia.

La felicità di tornare a vedere la luce. La bellezza del semplice ritrovarsi e condividere faccia a faccia valori e pilastri che uniscono, in ospedale come sul territorio, la professione infermieristica: una vita per gli altri, per la cura di tutti i cittadini, nell’assistenza di ogni malato. Raccontarsi come solo grazie al senso di appartenenza al gruppo si è riusciti a superare paure, timori, “montagne” che sembravano insormontabili.

Ricordare i successi e i traguardi raggiunti, pur ammettendo la fragilità di esseri umani, gente comune: mamme, papà, zii, nonni. Emozionarsi lasciandosi segnare il volto da qualche lacrima al ricordo dei colleghi che, pur battendosi sul campo, non ce l’hanno fatta: vuoi per il virus, vuoi per quel senso di impotenza e/o quel senso di colpa per essere stati veicolo di contagio.

Sono trascorse così, ieri pomeriggio, le ore in occasione dell’Assemblea Annuale degli iscritti all’Ordine degli infermieri: tra la presentazione dell’Antologia Sanitaria “Racconti di cura che curano” – realizzata grazie all’impegno e alla dedizione di Silvia Fortunato, capace di generare un volano di solidarietà che ha varcato i confini del nostro territorio – e la consegna di pergamene di encomio agli infermieri delle unità operative e dei servizi territoriali che hanno gestito l’emergenza sanitaria.

Un sentito ringraziamento, accompagnato dalla consegna di una pergamena, è andato inoltre alla Fondazione Policlinico di Sant’Orsola e al Comitato Unitario per le Professioni intellettuali dell’Emilia Romagna.

Ripercorrere insieme le tappe dei traguardi raggiunti, così come guardarci negli occhi scambiandoci l’energia per affrontare insieme le sfide future è stato un modo per riconoscerci ancora una volta squadra e continuare a crescere uniti avendo a cuore la cura dei pazienti. Come ieri, anche oggi, anche per il domani, noi siamo pronti – ha concluso il Presidente dell’Ordine, Pietro Giurdanella, salutando i partecipanti.

L’assemblea si è conclusa, infine, con l’approvazione dei bilanci del 2019 – 2020 e l’attività programmatica dell’Ordine degli infermieri.

Pubblichiamo una gallery di foto scattate da Paolo Righi per ricordare i tanti e preziosi momenti di un pomeriggio intenso.

 

Potrebbe interessarti...