Autore: Redazione

93704f7b-903c-4248-a135-1846990995e4

Amici a quattro zampe in arrivo dai bambini dell’ISNB

Il 6 giugno alle 15 Agne, Mia e Peter, 3 labrador beige saranno ospiti speciali presso la terrazza dell’area pediatrica dell’Istituto delle Scienze Neurologiche di Bologna, dove i piccoli pazienti potranno vederli all’opera insieme ai conduttori dell’UNAC (Unione Nazionale Arma dei Carabinieri). Una novità promossa da Bimbo Tu Onlus, in collaborazione con l’ISNB, che con questa iniziativa regaleranno ai bimbi un pomeriggio davvero emozionante.

obesity-993126_960_720

Contro l’obesità nasce un palloncino gastrico che si ingerisce come una pillola e dura 4 mesi

Si ingerisce come una pillola e se ne va naturalmente dopo circa 4 mesi, espulso naturalmente con le feci. È stato presentato a Milano ed è il primo palloncino gastrico con queste caratteristiche. Si chiama Elipse ed è indicato per persone obese con un indice di massa corporea (BMI) pari o superiore a 27, che abbiano tentato un regime dietetico senza raggiungere i risultati sperati.

0a557068-6f3b-485a-9d54-40fbced4da05

La misura e il colore del piatto aiutano a mangiare meno, ecco perché

Una ricerca realizzata dall’Osservatorio Nestlé – Fondazione ADI ha messo in luce che l’81 per cento degli italiani predilige i piatti della tradizione italiana pressoché quotidianamente. E su questo molti sono davvero intransigenti: più della metà del campione intervistato, il 52 per cento, è convinto che rivisitare in chiave “light” questi piatti significherebbe “snaturarli”.

37C3NSQ24468--U10101024196350qP-252x260-5932-k0FE-U10901530839215cHI-1024x576@LaStampa.it

Il “cambio di stagione” mette alla prova la nostra salute: ansia, insonnia e stanchezza i sintomi

Malesseri molto diffusi, che colpiscono tutti (o quasi) gli italiani. Una recente indagine dell’Osservatorio Doxa-Aidepi su un campione nazionale rappresentativo della popolazione italiana di 1000 persone ha stabilito che all’86% delle persone (35 milioni tra i 18 e i 70 anni) capita di soffrire dal punto di vista fisico o psicologico, per l’arrivo della stagione più calda.

4260875e-69d7-49e7-8e1b-cbaea6ca3e64

La vita è dolce con miliardi di batteri

Spazza via molti dogmi della medicina. È la «rivoluzione del microbiota», l’insieme dei microrganismi – miliardi di batteri, virus e funghi – che colonizzano la pelle e gli apparati digerente, genitale-urinario e respiratorio.

68e50dea-ce4b-45c8-86f8-6e14d4fde89d

Con le mani ….. serata di musica e parole

L’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Bologna, vi invita venerdì 1 giugno alle ore 19.30 presso il teatro Arena di FICO, a una serata di musica e parole per restituire al pubblico, attraverso letture e testimonianze dirette, il senso di un percorso di incontro tra soccorritori e superstiti della strage della stazione di Bologna.

app_icon-2

Premio Innovazione Digitale della School of Management, Politecnico di Milano, al servizio 118 dell’Emilia-Romagna per l’app DAE RespondER

Ogni anno, in Italia, oltre 50.000 persone sono vittime di un arresto cardiaco improvviso. Intervenendo rapidamente con la rianimazione cardiopolmonare e la defibrillazione molte di esse potrebbero essere salvate.
Defibrillare entro 3-5 minuti dall’inizio dell’arresto cardiaco può portare la sopravvivenza fino al 50-70%.
Ma se nessuno interviene, le loro probabilità di sopravvivenza calano del 10-12% per ogni minuto che passa.

207c7f8f-4b30-4437-bd54-bf2e2269f7c3

Festa della mamma: i consigli della psicologa per rendere questo ruolo meno stressante

Oggi è il giorno ideale per riconoscere quanto sia complicato questo ruolo. Non è un caso se tutte le mamme, anche se in modo diverso, sono continuamente esposte ad innumerevoli fonti di stress. Sia per le mamme «ipervigili», sia per quelle che soffrono di «ansia d’abbandono» o di «sindrome del nido vuoto», per tutte è difficile mantenere un equilibrio tra le diverse sfere della vita considerando di dover anteporre la salute e il benessere del figlio innanzi a ogni cosa.

7b2457ea-5cea-43cc-a963-ee207ae5ecb0

Il dolore della perdita, processo anche fisiologico da lasciare “scorrere”: ecco cosa dice la psicologia

Il lutto fa parte della vita di ogni essere umano, quindi non ha senso patologizzarlo né cercare di risolverlo in tempi brevi: è un processo fisiologico che va lasciato scorrere, e vissuto per intero. Le complicanze avvengono tuttavia quando, superati i tempi fisiologici che ci consentono di «lasciare andare» una persona -che vengono un po’ grottescamente stimati in 12 mesi-, permane un senso di malessere e abbandono che non riesce a essere risolto, come se non si riuscisse a rinunciare alla perdita.